Un orso in un'immagine d'archivio (Ansa)
Un orso in un'immagine d'archivio (Ansa)

Frosinone, 1 novembre 2021 - Notte da incubo, quella vissuta da una coppia di Pescosolido in provincia di Frosinone. I coniugi si sono infatti trovati faccia a faccia con un orso marsicano che si era arrampicato sul balcone di casa loro, al primo piano. Non è mancato molto che l'incontro con l'animale finisse male, visto che l'uomo per evitare una zampata si è buttato giù dal balcone da un'altezza di tre metri facendosi male.

Tarvisio, cervo attacca coppia che passeggia tra le case

A raccontare la vicenda è la stessa protagonista sulla pagina Facebook del gruppo 'Sei di Pescosolido se....', mentre i carabinieri hanno confermato all'Agi di essere intervenuti sul posto in seguito alla segnalazione dei due, entrambi sulla cinquantina, ancora scossi dall'intrusione. "Stanotte io e mio marito abbiamo avuto un incontro ravvicinato con l'orso a meno di un metro di distanza, ci separava la ringhiera del terrazzo - scrive sul social Annalisa Castagna -. Sentendo dei rumori provenienti dal terrazzo della camera da letto al primo piano, incauti, incoscienti pensando a qualche malintenzionato, siamo usciti con le luci dei telefonini". 

"Io ho urlato praticamente in faccia all'orso che ha bramito sferrando una zampata, con la debole luce del telefonino sono riuscita a contare tutti i denti che aveva in bocca più la lingua rossa - prosegue la donna -. Con un salto all'indietro sono rientrata dalla porta finestra a 4 metri di distanza". 
"Mio marito che si trovava nell'angolo alla mia destra vedendosi braccato poiche' intanto l'orso aveva scavalcato, si è visto costretto a buttarsi di sotto - aggiunge -. Fortunatamente dal lato basso di 3 metri perché dall'altro lato sono 6. La caduta - scrive ancora la signora - è stata veramente brutta, ha dolori dappertutto soprattutto all'anca e al bacino ed escoriazioni su tutto il lato destro". 

Ma il racconto non si ferma qui. "L'orso sicuramente spaventato, quanto e forse più di noi nell'angolo e al buio, ha tirato un paio di fendenti di cui uno ha colpito la vecchia parabola che probabilmente ha risparmiato mio marito, gli altri a vuoto poiché lui era già di sotto e trascinandosi con grande forza di volontà è rientrato dalla cucina dove di corsa ero scesa per andare ad aprire - deci ancora -. L'orso spaventato è scappato via probabilmente da dove è arrivato. Abbiamo richiesto l'intervento dei carabinieri che sono venuti da Casalvieri e li ringrazio ma la paura è stata tanta e ringraziamo Dio per come sono andate le cose".

Annalisa Castagna mette anche in guardia i suoi compaesani "perché probabilmente ha scelto Pescosolido per un tour notturno e non è detto che non ritorni". "Ma soprattutto ci auguriamo - conclude - che chi di dovere faccia un modo che l'orso ritorni nel suo habitat naturale prima che gli venga fatto del male".

Non è la prima volta che esemplari di orso bruno marsicano vengono avvistati nella zona. Giovedì scorso un altro di questi plantigradi, assetato, aveva cercato ristoro in una fontana situata nella piazza principale di San Donato Valcomino, paese che dista una manciata di chilometri da Pescosolido.