Arrestato dalla Polfer l'uomo che fermava i treni
Arrestato dalla Polfer l'uomo che fermava i treni

Genova, 9 dicembre 2021 - L’uomo che fermava i treni era diventato l’incubo dei pendolari liguri, piemontesi e lombardi. Azionava il freno d’emergenza per divertimento, così pare. Mentre i convogli accumulavano ritardo e i viaggiatori rabbia. Ha 47 anni, è bulgaro e senza fissa dimora. È stato arrestato dalla Polfer di Genova per interruzione di pubblico servizio e resistenza a pubblico ufficiale. Gli contestano 100 casi.
Sempre lo stesso copione, da più di un anno. Alla fine, negli ultimi tempi, prendeva di mira anche due treni nello stesso giorno. Capitava che tirasse 3 o 4 freni dello stesso convoglio, costringendo così i ferrovieri a lunghe manovre e i viaggiatori a lunghi ritardi.
Ed è anche capitato che il 47enne spaccasse i finestrini, servendosi di attrezzi da lavoro. 

Incastrato

Gli investigatori hanno così iniziato a visionare le telecamere di sorveglianza della rete ferroviaria e raccolto le testimonianze dei capotreno. L’ultima frenata ‘anomala' è stata segnalata qualche sera fa sul regionale in arrivo a Genova dal Piemonte. 

Su un aereo

In un’occasione l’uomo aveva anche ‘diversificato’ la sua passione puntando addirittura al trasporto aereo. Era infatti riuscito a ‘operare’ su un volo partito dall’aeroporto di Orio al Serio: completamente ubriaco aveva iniziato a inveire contro passeggeri e personale di bordo fino a costringere il comandante a invertire la rotta per rientrare all’aeroporto bergamasco. L’uomo era stato denunciato nel maggio scorso, ma i magistrati di Alessandria, esaminato il corposo dossier con il gran numero di episodi contestati, hanno deciso che doveva essere arrestato. Per il 47enne sarà chiesta probabilmente una perizia psichiatrica.