Massimo Melis, 52 anni, operatore della Croce Verde e incensurato, è stato ucciso domenica sera, ma il corpo è stato ritrovato ieri nella sua auto a Torino. Gli uomini della Mobile hanno ascoltato la fidanzata, l’ultima persona ad averlo visto vivo. La donna era stata accompagnata a casa dall’uomo, che viveva con gli anziani genitori. Melis è stato ucciso con un solo colpo di pistola alla tempia sinistra, l’assassino ha richiuso la porta della vettura per ritardare ritrovamento del corpo e indagini.