Cronaca

Sono oltre 600 gli sfollati in seguito alla tragedia del ponte Morandi di Genova. Nei momenti successivi al crollo, infatti, sono state fatte evacuare tutte le abitazioni all'interno dei palazzi situati in prossimità del viadotto, una soluzione che dovrebbe diventare definitiva in quanto quello che resta della struttura è destinato ad essere abbattuto. Per fare ciò, è stato quindi necessario svuotare gli edifici troppo vicini al ponte, alcuni dei quali addirittura adiacenti ai piloni di sostegno. Tale misura ha costretto gli sfollati a recuperare velocemente quanto più possibile dalle rispettive case dopo averle lasciate in fretta e furia, un'operazione dolorosa, ma necessaria. Nelle immagini, impressionanti, si vedono pezzi di ponte appoggiati sulle abitazioni. 

Sport Tech Benessere Moda Magazine