Cronaca

C'erano le famiglie che andavano in vacanza, il papà diretto al lavoro. Poi coppie di fidanzati, turisti, operai. Storie di vita comune, spezzate all'improvviso dal devastante crollo del ponte Morandi a Genova. Ecco chi sono i morti di una tragedia infinita, che li ha colti all'improvviso. Il piccolo Samuele Robbiano, 9 anni, era in auto con la mamma Ersilia Piccinino (41 anni) e il papà Roberto Robbiano (44), quando il viadotto si è sbriciolato. Erano partiti alla volta della Sardegna, invece sono precipitati nel vuoto. Il bambino è stato tra le prime persone a essere ritrovate tra le macerie: tra le lamiere anche l'ombrellone e il suo pallone da spiaggia. 

Distrutta anche un'altra famiglia di Pinerolo (Torino): Claudia Possetti, 48 anni, e Andrea Vittone, 49 anni, erano in viaggio con i figli che la donna aveva avuto dal precedente matrimonio, Manuele, di 16 anni, e Camilla, di 12. Colleghi di lavoro, si erano sposati pochi giorni fa, il 23 luglio. Dopo il matrimonio la coppia era partita per un tour della California, assieme ai due ragazzi. I quattro erano rientrata in Italia da pochi giorni e aveva deciso di sfruttare i pochi giorni di ferie rimasti per una gita al mare. C'è poi la famiglia di Cristian Cecala nel lungo elenco delle vttime, con lui hanno pesro la vita anche la moglie Dawna e la figlioletta Krystal di 9 anni. I tre stavano andando all'isola d'Elba per le ferie.

Anche per Jesus Erazo Trujillo e Stella Boccia il crollo del ponte che stavano percorrendo è stato fatale. "Un pezzo del nostro cuore è rimasto sotto le macerie del ponte di Genova", hanno scritto i genitori di lei sulla pagina del ristorante che gestiscono a Civitella in Val di Chiana, in provincia di Arezzo. Spezzato per sempre anche l'amore tra Marta Danisi, 29 anni, infermiera siciliana, e il fidanzato medico Alberto Fanfani, che lavorava nell'ospedale Cisanello di Pisa: stavano tornando dalle vacanze. Era invece appena cominciato il viaggio di quattro amici di Torre del Greco (Napoli): Giovanni Battiloro, 29 anni, Matteo Bertonati, 26, Gerardo Esposito, 26, Antonio Stanzione, 29 anni, erano diretti a Ventimiglia e poi in Spagna. Sul ponte erano presenti anche turisti stranieri: Nathan Guzman, 20 anni, Melissa Artus, 21, e Axelle Place, 21, sono tre dei quattro ragazzi francesi che hanno perso la vita nel crollo. La comitiva, partita da Nimes il 13 agosto, era diretta a un festival di musica tecno in Sicilia.

Andrea Cerulli, 47 anni, papà e calciatore amatoriale del Genoa Club Portuali Voltri. Ieri mattina stava andando a Voltri per lavorare. I colleghi lo aspettavano, ma quel ponte che percorreva ogni giorno gli è crollato sotto i piedi. Non è l'unico lavoratore ad aver perso la vita nel crollo: Edi Bokrina di 28 anni e Marius Djerri, di 22 anni, albanesi residenti in Italia, quando il ponte è crollato, avevano appena chiamato la loro ditta di pulizie per avvisare che erano in ritardo a causa del traffico. Tra le vittime anche Nora Rivera, 47 anni, morta con il marito, lo chef Juan Carlos Pastenes, 64 anni originari del Cile ma da molti anni in Italia. Con loro viaggiava l'amico Juan Figueroa, 60 anni, anche lui rimasto vittima del crollo.

A loro si aggiungono Angela Zerilli di Corsico e Mirko Vicini, trentenne operaio della Municipalizzata dei rifiuti di Genova. Infine c'è Marian Rosca, camionista romeno di 36 anni, morto in ospedale per le gravi ferite riportate.

Sport Tech Benessere Moda Magazine