Salvini incontra Orban, le opposizioni in piazza

Cronaca

Faccia a faccia a Milano tra il vicepremier Matteo Salvini e il primo ministro Ungherese, Viktor Orban. Al centro dell'incontro la comune linea dura contro i migranti. I due concordano: "Per gestire al meglio l'immigrazione, bisogna fermarla", ha detto il magiaro, leader di Fidesz, che conferma il suo sostegno al ministro dell'Interno. "È il mio eroe e compagno di destino", ha commentato ancora Orban. Il premier ungherese si è anche augurato che Salvini riesca a dimostrare che è possibile fermare i migranti via mare, prima che sbarchino in Europa, proprio come l'Ungheria ha fatto via terra. 

Migranti, incontro Salvini-Orban. "Matteo è il mio eroe. Non indietreggi"

E intanto in piazza San Babila a Milano migliaia di persone si sono radunate per manifestare il dissenso all'asse italo-ungherese. La protesta, dal titolo 'Europa Senza Muri', è stata organizzata da diversi partiti politici e associazioni, primi tra tutti il Pd milanese, Possibile di Pippo Civati, che è in piazza, e LeU con Laura Boldrini. Presenti anche Anpi, Cgil, Acli e Circoli Arci e diverse ong. Tante le bandiere, tra cui diversi vessilli della pace. Hanno aderito all'iniziativa di protesta anche i calciatori della St. Ambroeus Fc, prima squadra di migranti e rifugiati iscritta alla FIGC, che in piazza hanno organizzato una partita di calcio. 

Pubblicato il
Ultimo aggiornamento:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.