Cronaca

C'è il gotha dell'economia e della finanza italiana alla messa di commemorazione per Sergio Marchionne, celebrata oggi nel Duomo di Torino. Ma non solo. La chiesa è gremita anche da operai degli stabilimenti Fca e Cnhi e da gente comune, accorsa fin dalle prime ore della mattina. Toccante il ricordo di John Elkann (VIDEO). "Quello che mi ha colpito di te, Sergio, fin dall'inizio sono state le tue qualità umane, la tua generosità e il tuo modo di capire gli altri - dice il presidente Fca -. Per me sei stato una persona con cui confrontami e di cui fidarmi, soprattutto un amico. E ora, caro amico, vai in pace".  Le sue parole sono accolte da un lungo applauso. Elkann - visibilmente commosso - abbraccia quindi Manuela Battezzato, compagna di Marchionne. "Ci ha spronato a non perdere mai la speranza", dice Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, durante l'omelia.

VIDEO / L'arrivo in chiesa di John Elkann

A Torino anche gli ex premier Matteo Renzi e Mario Monti. Tra il gotha della finanza e dell'industria italiana: Gabriele Galateri, presidente di Generali, Marco Tronchetti Provera, Carlo De Benedetti, Jean Pierre Mustier, amministratore delegato di Unicredit.  Tra i primi ad arrivare Gianluigi Gabetti, Mike Manley, l'attuale amministratore delegato di Fca.  Molti gli esponenti della famiglia Agnelli, oltre a John Elkann con la moglie Lavinia, Ginevra Elkann con il marito e il padre Alain, Andrea Agnelli, arrivato con il manager di Juventus Pavel Nedved, seduto in duomo accanto alla madre Allegra, e ancora la sorella dell'avvocato Maria Sole e membri dei rami Nasi e Brandolini d'Adda.  Tra gli ex manager delle aziende del Gruppo: Jean Todt, Luca De Meo, Paolo Cantarella, Alfredo Altavilla.  Assenti i figli del manager italocanadese. Sergio Marchionne è scomparso il 25 luglio scorso, a 66 anni. 

Sport Tech Benessere Moda Magazine