Cronaca

Volevano scattare il selfie perfetto e avevano individuato il punto migliore in quell'angolo di piazza Fontana di Trevi. Ma l'autoscatto ricordo con il monumento alle loro spalle non lo hanno mai fatto perché, non volendo cedere il posto privilegiato, hanno iniziato a litigare fino a scatenare una rissa che ha richiesto l’intervento di più pattuglie della municipale. Sedati gli animi, anche con qualche difficoltà, otto turisti sono stati denunciati per violenza e minacce.

A innescare il tutto sono state una diciannovenne olandese e una italo-americana di 44 anni, entrambe in vacanza nella capitale con le rispettive famiglie. Il litigio è iniziato con uno scambio duro di parole, poi di insulti. Quindi le due sono passate alle mani e hanno iniziato a spintonarsi e a prendersi a schiaffi e pugni. E così in una serata estiva quella piazza che un tempo è stata teatro de La Dolce Vita è diventato un ring. Tra i contendenti anche tre minorenni, due americane di 17 anni e un'olandese di tredici anni. L'immediato sopraggiungere di due vigili urbani, che si trovavano in servizio sulla piazza, ha calmato le famiglie. Ma la tregua è durata pochi minuti perché il gruppo ha poi ripreso a darsele di santa ragione, rendendo necessario l'arrivo di altre pattuglie vista anche la folla presente in piazza. I turisti, condotti presso gli uffici di via della Greca, hanno riportato solo alcune contusioni, per le quali non si è reso necessario l'assistenza medica.

Sport Tech Benessere Moda Magazine