Cronaca

Bagno di folla per Giuseppe Conte a Ischia. Il premier ha visitato i luoghi interessati dal terremoto dell'agosto 2017 e si è intrattenuto a parlare con i cittadini. "Adesso, questo pomeriggio, il Consiglio dei Ministri approverà il ddl Anticorruzione", ha promesso  tra l'altro Conte all'ingresso della zona rossa di Casamicciola Terme e rispondendo a chi gli chiedeva se ci fosse una sorveglianza nella gestione dei fondi per il sisma. "Questa settimana c'è il ddl Anticorruzione, la settimana prossima un decreto sul sisma di Ischia, notate l'interconnessione", spiega ai residenti.

"Sono qui per alimentare le speranze di tornare alle vostre case", dice il premier che,  non appena uscito dall'abitacolo della vettura che lo ha portato nella zona rossa, è stato chiamato a gran voce dai cittadini di Casamicciola che si sono assiepati intorno a lui per portare le loro istanze al presidente del consiglio. "Vi darò la giusta attenzione che meritate - promette il premier - e mi scuso per i ritardi che si sono accumulati. Non dipendono da noi, da questo governo".

Il premier ha incontrato anche il piccolo Ciro, il bimbo-eroe nominato Alfiere della Repubblica dal Quirinale. Ciro, a soli 11 anni, aveva protetto, incoraggiato e salvato i suoi fratellini di sette mesi e otto anni, venendo estratto per ultimo dopo 16 ore sotto le macerie della sua casa crollata durante il sisma del 21 agosto 2017.

"Dopo un anno non si è mosso nulla, l'unico sostegno è arrivato dalla Curia. Dallo Stato non voglio l'elemosina, ma quella casa che ho acquistato con i sacrifici di 25 anni", dice Veronica Ciotola, una delle persone estratte vive dalle macerie dopo il terremoto. La sua è una delle tre famiglie che ha  incontrato Conte, al quale consegnerà una lettera. "Sotto le macerie ci sono anche i nostri risparmi", dice, precisando che ora la sua famiglia è ospitata in una struttura dei frati Francescani. "Sono una lavoratrice stagionale - spiega - quindi non posso pagare un fitto. Abbiamo bisogno di un sostegno reale, io lotto per mio figlio, ma sono stanca".

E in piazza a Lacco Ameno, Conte è stato accolto dai bimbi delle scuole di Ischia, danneggiate dal terremoto. Nel breve incontro, gli studenti hanno manifestato al premier il disagio che vivono ma anche la speranza che tutto possa tornare alla normalità e loro possano rientrare nella loro scuola.

Sport Tech Benessere Moda Magazine