Il luogo dell'incidente dove una donna di 40 anni, originaria di Chieti ma residente a Giulianova (Teramo), � morta, travolta da una macchina: al volante dell'auto c'era la figlia 15enne. ANSA/FEDERICO DI LUIGI +++ PER GENTILE CONCESSIONE RETE8 +++
Il luogo dell'incidente dove una donna di 40 anni, originaria di Chieti ma residente a Giulianova (Teramo), � morta, travolta da una macchina: al volante dell'auto c'era la figlia 15enne. ANSA/FEDERICO DI LUIGI +++ PER GENTILE CONCESSIONE RETE8 +++

Giulianova (Teramo), 14 febbraio 2020 - Tremenda tragedia della strada a Giulianova. Una donna di 40 anni, originaria di Chieti e residente a Giulianova, è morta a mezzogiorno travolta da una macchina al volante della quale c'era la figlia 15enne. Il tragico incidente, la cui ricostruzione è confermata dagli investigatori, si è verificato in via Ancona, una strada stretta e a senso unico, traversa del lungomare Zara a Giulianova Lido. Non si sa perché la ragazzina fosse alla guida della vettura.

Secondo la prima ricostruzione, l'auto si stava muovendo in retromarcia e la donna è stata travolta e schiacciata contro il muretto di recinzione di un'abitazione. Sembra che abbia anche cercato di fermare la vettura condotta dalla figlia. Invano. Dalle prime sommarie informazioni raccolte sul posto, pare che madre e figlia stessero discutendo e che la donna stesse cercando di far scendere la ragazza dall'auto. La minorenne era al posto di guida e la madre vicino allo sportello aperto della vettura: la donna avrebbe cercato di togliere le chiavi dal quadro, ma proprio in quel momento l'auto si è messa in moto, con la retromarcia inserita. La donna, abbracciata a uno degli sportelli, è cadua a terra: la macchina le è passata sopra, prima di terminare la propria corsa contro un muretto. 

Inutili i soccorsi, portati dal personale del 118, intervenuti con un'ambulanza. Sul posto per le indagini sono intervenuti anche i carabinieri della Compagnia di Giulianova e gli agenti della Polizia locale. La ragazza è comprensibilmente sotto choc: a confortarla il padre, arrivato nel frattempo sul luogo della tragedia. Un rapporto sull'accaduto è stato trasmesso alla procura presso il tribunale dei minorenni dell'Aquila. La minore, secondo fonti investigative sarebbe stata già ascoltata da un magistrato.

Un destino atroce si è abbattuto sulla famiglia: due anni fa il fratello della donna è morto investito dall'auto condotta da un ubriaco.