Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
7 feb 2022

FI prova a ricucire con gli alleati "Serve un centrodestra credibile"

Tajani esclude operazioni centriste che mirino al proporzionale e chiede a Salvini impegno sui temi concreti

7 feb 2022
ettore maria colombo
Cronaca

di Ettore Maria Colombo Se il centrodestra "si sta sciogliendo", come dice Salvini, la bufera nel centrodestra è solo all’inizio. Nemmeno 24 ore dopo la sfuriata di Matteo Salvini con gli alleati, il leader della Lega torna ad affondare i colpi verso i componenti di una coalizione che lui stesso aveva definito "sciolta come neve al sole". È finito il tempo, se mai c’è stato, delle parole al miele dalle parti di via Bellerio: "Qualcuno ha tradito ed è sparito" è la nuova sciabolata di Salvini. E ancora dice: "In questi mesi e nell’elezione del Presidente della Repubblica, è mancato il gioco di squadra nel centrodestra, che ha preferito il gioco dei singoli". Forza Italia evita risposte al fulmicotone, vuole raffreddare gli animi, così il vice-presidente e coordinatore nazionale, Antonio Tajani, la prende larga: "Sono meno pessimista, anzi direi che sono ottimista. Bisogna guardare al futuro come in una famiglia, alle cose concrete" dice a Skytg24. Ma un sassolino dalla scarpa, Tajani, se lo leva: "Noi siamo sempre stati coerenti". Il dirigente azzurro ricorda che Berlusconi "è il fondatore ed è stato il federatore" della coalizione "che non avrebbe mai vinto senza di lui. Tutti quanti dobbiamo a Berlusconi qualcosa, ha dato un ruolo importante alla Lega e Meloni con lui è stata ministro", la sottolineatura al vetriolo. Tajani prova, però, a ricucire: "Dobbiamo presentare agli elettori un centrodestra rinnovato" e quasi dà ragione a Salvini, riconoscendo che "il gioco di squadra si può sempre migliorare, bisogna imparare dagli errori: ex malo bonum". Magari, spingendo per l’ingresso della Lega nel Ppe. Il messaggio degli azzurri a Salvini è basta liti e, ma Tajani ribadisce l’orizzonte moderato, il Ppe e per rassicurare gli alleati chiude la porta a una riforma della legge elettorale in senso proporzionale: "C’è già una quota di proporzionale, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?