Piazza San Pietro a Roma (Lapresse)
Piazza San Pietro a Roma (Lapresse)

Roma, 1 novembre 2018 - Oggi è il giorno di tutti i Santi, noto popolarmente anche come Ognissanti. E' una festa cristiana che celebra insieme la gloria e l'onore di tutti i santi, e precede la Commemorazione dei defunti, che cade domani. 

UN PO' DI STORIA - Le commemorazioni dei martiri, comuni a diverse Chiese, cominciano a esser celebrate nel IV secolo. Le prime tracce di una celebrazione generale sono attestate ad Antiochia, e fanno riferimento alla domenica successiva alla Pentecoste. 
La ricorrenza della Chiesa occidentale potrebbe derivare dalla festa romana della Dedicatio Sanctae Mariae ad Martyres, ovvero l'anniversario della trasformazione del Pantheon in chiesa dedicata alla Vergine e a tutti i martiri, avvenuta il 13 maggio 609 o 610 da parte di papa Bonifacio IV.

In seguito papa Gregorio III (731-741) scelse il primo novembre come data dell'anniversario della consacrazione di una cappella a San Pietro alle reliquie "dei santi apostoli e di tutti i santi, martiri e confessori, e di tutti i giusti resi perfetti che riposano in pace in tutto il mondo". 
Alla fine del 1400 la solennità di Tutti i Santi sostituì l'antica festa romana dedicata a San Cesario diacono e martire (santo tutelare degli imperatori romani), fissata proprio al primo novembre. Papa Gregorio IV avrebbe deciso di trarne partito per sradicare la superstizione del giorno delle anime, il vecchio Samhain celtico.
L'antropologo James Frazer, osservando che la festa di Tutti i Santi veniva già festeggiata in Inghilterra (paese un tempo abitato dai Celti) il primo novembre, ipotizzò che tale data fosse stata scelta dalla Chiesa per creare una continuità cristiana con Samhain, l'antica festa celtica del nuovo anno. 
Lo storico inglese Ronald Hutton ha messo in discussione queste tesi, osservando come una festa in onore di tutti i santi venisse celebrata da vari secoli (prima di essere festa di precetto), in date discordanti nei vari Paesi: per la Chiesa di Roma era il 13 maggio, in Irlanda (paese di cultura celtica) era il 20 aprile, mentre il primo novembre era una data diffusa in Inghilterra e Germania. 

LA CORSA A ROMA - Settemila persone sono scese in strada nella capitale per l'undicesima edizione della manifestazione promossa da Missioni Don Bosco e organizzata dalla ASD. La Corsa dei santi, oltre allo sport, ha a cuore un aspetto solidale che quest'anno punta la sua attenzione al progetto 'Mai più schiave' per dare risposta al bisogno di offrire accoglienza ai bambini/e intercettati dalla polizia e sottratti al traffico e allo sfruttamento in Ghana.
Atac, via twitter comunica le deciazioni delle linee di autobus:

IN SICILIA - Almeno un centinaio di persone hanno sfilato ieri sera lungo gran parte del centro storico di Palermo, ognuna portando con sè la storia di un beato, famoso o meno che sia non ha importanza. L'iniziativa promossa dall'associazione "Regina Coelorum", nota come la "sfilata dei santi", è da tre anni la proposta alternativa ad Halloween "per scongiurare il pericolo - spiegano gli organizzatori - che feste di altre culture possano distruggere le nostre più importanti tradizioni". 

Per l'occasione la Bbc ha deciso di raccontare, in occasione della celebre ricorrenza di origine celtica di Halloween, un particolare aspetto del rapporto che lega la vita e la morte in Sicilia, dove la commemorazione dei defunti è memoria, festa e celebrazione. E' andato in onda sul sito dell'emittente britannica, il documentario "The beautiful dead", che è stato prevalentemente girato a Messina e nella sua provincia.