Coronavirus, cucine in un ristorante (Ansa)
Coronavirus, cucine in un ristorante (Ansa)

Roma, 24 aprile 2020 - Più che una Fase 2, sembra più una fase ’uno e tre quarti’ quella che partirà il 4 maggio, con buona pace di un prudente premier Giuseppe Conte. Che ieri ha ammesso: "Oltre quella data, l’Italia non regge". Però c’è anche chi scalpita per anticipare. E dopo che il capo della task force, Vittorio Colao, ha fatto trapelare un suo placet sulla ripartenza di alcune filiere già da lunedì 27, alcuni governatori hanno innestato la marcia. Luca Zaia (Veneto): "Noi siamo pronti, è che non abbiamo la potestà giuridica. Se potessi fare delle ordinanze provvederei, con tutte le sicurezze del caso".

Italia, il bollettino del 24 aprile

Poi, però, è arrivato il governatore toscano, Enrico Rossi, che ha polemizzato: "Qualcuno ci spieghi perché il tessile di Biella può riavviare le attività mentre quello di Prato no". La richiesta è di un intervento del governo per "rivedere queste disposizioni, e di ridiscutere insieme alle Regioni il tema della programmazione delle aperture". Probabile che molti nodi (forse anche questo dei possibili anticipi) verranno sciolti nel prossimo decreto, ma quel che è certo già da ieri è che per i primi di maggio torneranno al lavoro circa 4 milioni di persone, per lo più nelle filiere di manifattura e cantieristica.

Qui le ultime notizie del 24 aprile dall'Italia

Da valutare il settore dell’acciaio. Il tutto nelle more di protocolli che prevedano il distanziamento sul luogo di lavoro, la fornitura dei dispositivi di protezione, la turnazione in mancanza di spazi adeguati. Tutti i dettagli sono rinviati al fine settimana. Quando Conte parlerà al Paese e spiegherà come ripartire.

Ma vediamo tutte le date delle riaperture:

Negozi al dettaglio

I negozi come quelli di vestiti dovrebbero riaprire o il 4 o l’11 maggio. Le regole: ingressi contingentati, percorsi diversi di entrata/uscita, disinfettanti e mascherine, locali sanificati. Restrizioni più stringenti per parrucchiere ed estetiste

Bar e ristoranti

Bar e ristoranti saranno tra gli ultimi ad avere l’ok, il 18 maggio. All’ingresso termoscanner e tavoli più che dimezzati per garantire la distanza e evitare assembramenti

Visita parenti

Secondo il piano del governo per la Fase 2, già dal 4 maggio saranno possibili le visite e le cene dai parenti. Ma vanno evitate tavolate numerose e, comunque, andrà indossata la mascherina anche in casa

Spostamenti

Dal 4 maggio ci sarà più libertà, ma resta valida l’autocertificazione. Ci si potrà muovere entro la regione di residenza. Per andare oltre servono motivi d’urgenza

Bambini

Dal 4 maggio i bambini potranno uscire all’aria aperta. Si pensa a aree gioco individuali nei parchi, all’uso di mascherine e guanti. Il ruolo dei centri estivi, poi, è fondamentale per permettere ai genitori di tornare al lavoro

Sport

Gli sport individuali, come atletica e ciclismo, possono riprendere il 4 maggio. Vietati gli sport di squadra. La ripresa del campionato di calcio è ipotizzata per il 6 giugno 

Scuola

I ragazzi torneranno a scuola a settembre. Il Comitato tecnico-scientifico è contrario alla riapertura prima dell’estate. Sul fronte dell’esame di maturità, si lavora per permettere di fare l’orale in classe.

Giochi

Il 4 maggio via a Lotto e Superenalotto, il 27 aprile 10&Lotto, Millionday, Winforlife e Winforlife Vincicasa. Nei locali obbligo di spegnimento di monitor e televisori

Spiagge

Un rebus le spiagge, di cui molte regioni chiedono la riapertura estiva. Prescrizioni: accessi limitati, ombrelloni distanziati, e ’piazzole’ delimitate. Regolate anche 
le spiagge libere. Off limits le piscine, anche se all’aperto.

FOCUS Il link per il download della app AutoCert19 per chi possiede un dispositivo mobile Apple: https://onelink.to/autocert19