Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
9 feb 2022

"Fare auto qui costa troppo" Migliaia di posti a rischio

9 feb 2022

di Francesco Forni Il mondo dell’auto in Italia prova a resistere anche al caro energia, ma la corda ormai è tirata allo spasimo. Il comparto, che rappresenta il 5,6% del Pil, soffre sotto i colpi di una tempesta che si protrae da anni. Alla delicata transizione energetica si aggiungono altri fattori. Il mercato non è attirato dalle auto elettriche, che a gennaio sono state meno vendute di quelle a Gpl. Ai guai si sono aggiunti il costo dell’elettricità e la carenza dei semiconduttori, problema al quale la Commissione Europea sta cercando di ovviare con il Chips Act, un provvedimento volto ad aumentare la produzione nel Vecchio Continente. Il prezzo dell’energia elettrica, che dovrebbe essere il propulsore unico del futuro, a breve potrebbe mettere in difficoltà le numerose aziende di componentistica auto. La questione dell’energia tiene sulle spine anche Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellantis e responsabile di 14 marchi, tra i quali gli italiani Abarth, Alfa Romeo, Fiat, Lancia e Maserati, oltre a Jeep che produce le best seller Renegade e Compass a Melfi. Per il gruppo l’Italia è centrale. Molti modelli elettrificati come l’iconica 500, la nuova Alfa Tonale, le Jeep 4Xe, sono fiori all’occhiello. "Un anno fa ho notato che in Italia il costo di produzione di un’auto era significativamente più alto, a volte doppio, rispetto alle fabbriche di altri Paesi europei, nonostante un costo del lavoro più basso – dice Tavares –. Un problema particolare riguarda è il prezzo fuori misura, eccessivo, dell’energia. Abbiamo avuto una discussione molto forte con i fornitori di energia su questo punto. Rispetto ad altri Paesi dove produciamo, balza agli occhi". Nel settore automotive, circa 100 aziende, ci sono 26 mila posti a rischio, hanno detto nei giorni scorsi i sindacati, Anfia e Confundustria al ministro Giancarlo Giorgetti. Ed entro il 2035 si ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?