Venerdì 19 Luglio 2024
Luca Bolognini, inviato
Cronaca

Ragazzi scomparsi, il cugino di Giulia: "Mi sono unito alle ricerche con l'erba alta fino allo stomaco. Non lo auguro a nessuno. Ma sono convinto che siano altrove”

La testimonianza di Giovanni Passarotto, cugino di Giulia Cecchettin, la ragazza di 22 anni scomparsa l’11 novembre dopo essere andata a cena con l’ex fidanzato, Filippio Turetta

Dolo, 16 novembre 2023 – “Mi sono unito alle ricerche della protezione civile per dare una mano. Sono stato in mezzo all’erba alta fino allo stomaco nei campi vicino a Dolo, non auguro a nessuno di doversi mettere a cercare il corpo di un proprio parente. L’ho fatto per scrupolo, perché sono convinto che Giulia e Filippo siano altrove”. Giovanni Passarotto, cugino di Giulia Cecchettin, la ragazza di 22 anni scomparsa l’11 novembre dopo essere andata a cena con l’ex fidanzato, Filippio Turetta, non perde le speranze.

Ragazzi scomparsi, nelle ricerche anche Protezione civile
Ragazzi scomparsi, nelle ricerche anche Protezione civile

“Siamo cresciuti assieme, magari non ci siamo sempre visti spesso, ma la nostra è una famiglia molto unita. Vorrei solo – spiega il ragazzo – che fosse qua, sono davvero molto in pensiero per lei”. Anche lui era a conoscenza di alcuni scatti di gelosia di Filippo. “Mia madre mi ha raccontato che una volta Filippo doveva andare a prelevare alle poste. Era in macchina con Giulia e alcune sue amiche. Lei avrebbe voluto restare sull’auto e lui le ha fatto una scenata. episodi di gelosia tra Filippo e Giulia. Non so dire se abbia tenuto un atteggiamento pacato o sia stato aggressivo, questo ci tengo a chiarirlo”.

Approfondisci:

Giulia Cecchettin, quei messaggi di speranza e rabbia sui social

Giulia Cecchettin, quei messaggi di speranza e rabbia sui social

Giovanni invita chiunque abbia notizia dei due ex fidanzatini a farsi avanti. “Chiunque li vedesse è pregato di segnalarlo. Abbiamo tutti un cellulare, non ci sono scuse”. E poi si rivolge direttamente a Giulia e Filippo: “Mandateci un segnale, diteci dove siete. Vi veniamo a prendere noi. Abbiamo bisogno di sentirvi, di sapere che state bene. Se non è successo nulla di irrimediabile, siamo pronto a tornare come prima. Avete tutta la vita davanti”.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui