Lunedì 22 Luglio 2024

Ex carabiniere: “Emanuela Orlandi è sepolta a Castel Sant’Angelo”. Il fratello: “Frottole”

Lo sostiene Antonio Goglia in una lettera inviata al sostituto procuratore Stefano Luciani incaricato di riaprire le indagini sul mistero Orlandi

Emanuela Orlandi sarebbe sepolta a Castel Sant'Angelo, assieme a Mirella Gregori: a sostenerlo è un ex carabiniere, Antonio Goglia, impiegato comunale di San Giorgio a Cremano, in una lettera inviata al sostituto procuratore Stefano Luciani incaricato di riaprire le indagini sul mistero Orlandi.

Pietro Orlandi, fratello di Emanuela scomparsa nel giugno 1983 a Roma
Pietro Orlandi, fratello di Emanuela scomparsa nel giugno 1983 a Roma

A scriverlo è ItaliaOggi nell'edizione di ieri. "..Vi comunico che nei sotterranei del Castel Sant'Angelo, dietro una porta rinforzata, dovrebbe trovarsi una stanza di circa 20 metri quadri nella quale dovrebbero trovarsi resti umani, compresi quelli di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori. La struttura dovrebbe ricadere sotto l'Autorità del Comune di Roma e perciò non dovrebbe essere difficile approntare un sopralluogo”, si legge nella missiva.

Approfondisci:

Caso Orlandi, il Vaticano collabora con la Procura di Roma: acquisiti gli atti, indagini riaperte

Caso Orlandi, il Vaticano collabora con la Procura di Roma: acquisiti gli atti, indagini riaperte

"È pura follia, com'è possibile che gli venga data tutta questa attenzione?”. Lo dice Pietro Orlandi all'ANSA sulle dichiarazioni dell'ex carabiniere Antonio Goglia secondo cui la sorella Emanuela sarebbe sepolta sotto Castel Sant'Angelo assieme a Mirella Gregori. “Lo conosco da anni - spiega -, ogni volta cambia ipotesi, e a cominciare da Nicotri o Peronaci gli danno tutto questo spazio. È uno che racconta frottole”.

"Già in passato - ricorda Pietro Orlandi - aveva scritto in procura, ogni volta con ipotesi senza riscontri, ipotesi completamente diverse tra loro. È passato, come movente, dalla teologia della liberazione, ai preti pedofili di Boston, al terrorista Carlos, ai Marrani e altri”.

Secondo il fratello di Emanuela Orlandi, "il suo intento è apparire su un articolo e, grazie a Nicotri che l'ha intervistato, ci riesce e tutti gli vanno dietro. Assurdo”. Secondo Piero Orlandi, “il fatto allucinante è proprio che tutti gli vanno dietro - ribadisce , e questo crea la solita confusione. Poi in un momento particolare come questo è assurda questa cosa, veramente assurda”.

Approfondisci:

Banda Magliana e giallo Orlandi: la verità di Mancini

Banda Magliana e giallo Orlandi: la verità di Mancini