Imbracato alla sedia a rotelle alla quale è costretto da 10 anni dopo un incidente d’auto che l’ha paralizzato dalla vita in giù, l’ex arrampicatore di Hong Kong, Lai Chi-wai, si è issato a braccia per 250 metri, penzolando nel vuoto attaccato a una corda con un sistema a carrucola, sulla Nina Tower, un grattacielo della Kowloon Peninsula. Lai, 37 anni, ha compiuto l’impresa per beneficenza, raccogliendo 670mila dollari in donazioni a favore dei pazienti paraplegici. Quattro volte campione d’Asia di arrampicata e all’epoca fra i top ten a livello globale, Lai ha impiegato quasi 10 ore con la sola forza delle braccia a raggiungere l’altezza di 250 metri, senza riuscire tuttavia a raggiungere la cima del grattacielo, alta ancora 80 metri.