Le immagini dall'Osservatorio dell'Ingv
Le immagini dall'Osservatorio dell'Ingv

Catania, 2 luglio 2019 - Torna a farsi sentire l'Etna con una nuova, improvvisa, eruzione, testimoniata dalle immagini che arrivano da Catania e provincia. Sul vulcano più grande d'Europa si segnala un'attività stromboliana con esplosioni - la prima e la più forte poco prima di mezzogiorno - e lapilli incandescenti che interessano l'area sommitale della Bocca nuova, cratere di 200 metri di diametro, situato a Nord-Est. Da qui sale anche una colonna di fumo e cenere lavica - visibile fino a Reggio Calabria, che grazie al vento si mantiene lontana dai centri abitati.

Il video dell'esplosione 

Questa fase eruttiva non comporta rischi per le persone e non minaccia l'attività dell'aeroporto Fontanarossa. Non resta dunque che godersi lo spettacolo. 

Attualmente il livello di allerta per l'Etna, secondo la classificazione della Protezione civile, è verde, la più bassa esistente per descrivere lo stato di attività di un vulcano. 

Previsioni meteo, clamoroso: "Crollo termico, grandine, neve sulle Alpi". Ecco quando