Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
30 mag 2022

Etna, aperte due nuove bocche. La foto dell'eruzione dal satellite

L'immagine catturata da Sentinel 2, la missione satellitare dell'Esa. Il flusso lavico è diretto nella Valle del Bove

30 mag 2022
featured image
L'eruzione dell'Etna ripresa da Sentinel 2 (Twitter)
featured image
L'eruzione dell'Etna ripresa da Sentinel 2 (Twitter)

Catania, 30 maggio 2022 - Ci sono due nuove bocche effusive sul fianco del cratere di Sud-Est dell'Etna. La prima a quota 3.250 metri circa, la seconda intorno a 2.800 metri con il corrispondente flusso lavico diretto nella Valle del Bove. Proprio quest'ultima è stata 'catturata' da Sentinel 2, la missione satellitare dell'Esa, che ha messo su Twitter la foto. Il rosso della lava si staglia tra il nero della terra lavica e le nuvole bianche. 

Etna: la nuova bocca effusiva a quota quota 3.250 metri circa (Dire)
Etna: la nuova bocca effusiva a quota quota 3.250 metri circa (Dire)

L'apertura delle nuove bocche è emersa da un sopralluogo effettuato da ricercatori dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio etneo, di Catania. Il tasso effusivo al momento dei controlli era basso e il flusso si muoveva all'interno della Valle del Bove in direzione di Monte Simone. 

I fronti lavici più avanzati hanno raggiunto la quota di circa 2.100 metri. L'ampiezza del tremore risulta stazionaria nella fascia alta dei valori. Per il vulcano, osserva la Protezione civile, è stato disposto il passaggio in allerta gialla dallo scorso 20 maggio.

Meteo tra grandine e caldo africano. Che estate ci aspetta? Tre domande all'esperto 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?