Roma, 14 settembre 2021 - Poteva essere una strage. Paura questa mattina a Roma dove una palazzina è crollata in via Atteone 136, nel quartiere di Torre Angela. All'esplosione - avvenuta al quarto e ultimo piano della struttura - è seguito un incendio e quindi il crollo dell'edificio. Ci sarebbero almeno tre feriti, mentre i vigili del fuoco terminate le ispezioni del caso confermano che non risultano dispersi. Ancora ignote le cause della deflagrazione, tra le ipotesi quelle di una fuga di gas. Questo almeno emergerebbe dalle prime valutazioni dei pompieri. In corso le indagini dei carabinieri di Tor Bella Monaca.

La mappa 

L'allarme alla sala operativa dei vigili del fuoco è arrivata intorno alle 7.40, sul posto sono state subito inviate diverse squadre e nuclei speciali. In loco è arrivato anche il comandante provinciale dei vigili del fuoco. Sventrato un muro dell'appartamento dove ha avuto luogo l'esplosione, coinvolto anche quello accanto. 

I feriti

Le tre persone ferite sono il proprietario dell'appartamento interessato dall'incendio, rimasto ustionato e trasportato dal 118 all'ospedale Sant'Eugenio. È arrivato in codice rosso, ma cosciente. Contuse due persone che si trovavano nell'appartamento accanto, interessato dall'onda d'urto e due persone rimaste contuse che si trovavano nell'appartamento accanto, interessato dall'onda d'urto. Una è stata portata all'Ospedale Casilino, l'altra al Policlinico Universitario di Torvergata.

Italgas

Un portavoce Italgas fa sapere "che gli impianti di distribuzione del gas di pertinenza della Società (reti e contatori) sono esterni all'abitazione e risultano integri. Il Pronto Intervento Italgas, accorso immediatamente sul posto, ha provveduto a sospendere l'erogazione per consentire ai vigili del fuoco di procedere allo spegnimento delle fiamme in sicurezza".