Cuneo, 2 ottobre 2021 - Un boato secco, una nuvola di polvere. Un'esplosione ha interessato una palazzina a due piani a Rossana, in provincia di Cuneo. Scattato l'allarme, sul posto sono intervenute squadre dei vigili del fuoco da Saluzzo, Busca e Cuneo. Al momento una persona è stata portata fuori dalle macerie e affidata alle cure dei sanitari.

Rossana è un piccolo paese di nemmeno mille abitanti posto all'inizio della valle Varaita dove tutti si conoscono. Il boato ha svegliato praticamente tutti e l'allarme è scattato immediato. Secondo le prime notizie, la persona trasportata in ospedale è un uomo che viveva solo. All'origine della tremenda esplosione potrebe esserci una fuga di gas. La palazzina ha riportato ingenti danni. I soccorritori si sono messi subito al lavoro.

Le possibili cause

L'abitazione "non è servita dalla rete di distribuzione del gas naturale". Così dice un portavoce di Italgas, precisando che "l'infrastruttura di città si ferma a circa 300 metri dagli appartamenti". Tra le ipotesi al vaglio dei vigili del fuoco, al lavoro per mettere in sicurezza l'area dopo aver escluso la presenza di
altre persone sotto le macerie oltre all'uomo trasportato in elicottero all'ospedale Cto di Torino, c'è quella di un malfunzionamento di una bombola di gpl.