18 feb 2022

"Esami facili alla Link" L’ex ministro Scotti finisce a processo

Si è conclusa con nove persone rinviate a giudizio, 53 prosciolte e sette assolte in abbreviato, l’udienza preliminare nata dall’inchiesta su presunti esami facili all’ateneo privato Link Campus University di Roma. A processo, su disposizione del gup di Firenze, vanno tra gli altri l’ex ministro Vincenzo Scotti (nella foto), 88 anni, in qualità di presidente della Link, e il segretario generale del sindacato di polizia Siulp Felice Romano. I reati contestati, a vario titolo, sono falsità materiale e ideologica e associazione a delinquere. Assolti in abbreviato o prosciolti con sentenza di non luogo a procedere i docenti dell’ateneo e tutti gli studenti che erano stati indagati, tra i quali molti poliziotti della questura di Firenze. In base alle indagini agli studenti sarebbe stato consentito di non frequentare mai le lezioni, in violazione del regolamento dell’ateneo, e gli esami sarebbero stati sostenuti nel capoluogo toscano, e non a Roma alla sede della Link come invece previsto dalla legge, e senza alcuni tipo di sorveglianza sul corretto svolgimento delle prove.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?