Esami superati e tesi consegnate grazie all’aiuto di un professore esterno della facoltà di Economia aziendale dell’Università di Genova, che inviava le risposte su WhatsApp durante lo scritto. Il tutto dietro pagamento. Sono 22 gli studenti universitari scoperti dagli investigatori del primo gruppo della guardia di finanza di Genova. L’inchiesta "110 e frode" è partita dopo la segnalazione dello stesso ateneo di una sospetta compravendita dei testi per l’esame scritto di Ragioneria Generale.