30 apr 2022

Eni, le vie del gas portano in Africa "Non pagheremo Mosca con i rubli"

L’ad Descalzi: "Abbiamo reagito con rapidità alle mutate condizioni del mercato energetico"

elena comelli
Cronaca

di Elena Comelli Eni si candida come un attore centrale per le forniture di gas, non solo all’Italia ma anche all’Europa, registrando forti profitti nel primo scorcio dell’anno, grazie all’impennata dei prezzi del gas. "Abbiamo reagito con rapidità alle mutate condizioni del mercato energetico facendo leva sulla dimensione globale del nostro settore upstream e sulle consolidate relazioni con i Paesi produttori per identificare nuove opportunità di forniture per l’Europa, incrementali e alternative a quelle esistenti", ha detto il numero uno Claudio Descalzi, ricordando le intese siglate nelle scorse settimane alla presenza del premier Mario Draghi e dei ministri Luigi Di Maio e Roberto Cingolani, per aumentare i flussi di gas da Sud dopo l’attacco russo all’Ucraina. "Abbiamo concluso importanti accordi con Algeria, Egitto e Congo, e un altro ancora in Angola, che rafforzano ulteriormente le attività congiunte con le società di Stato locali con l’obiettivo di promuovere maggiori flussi di export di gas naturale a beneficio dell’Italia e dell’Europa nel contesto della transizione verso un’economia decarbonizzata". Gli accordi mirano ad alleviare le carenze di approvvigionamento in Europa, mentre il continente sta cercando di emanciparsi dal gas russo, che rappresenta circa un terzo del consumo europeo. Eni ha raggiunto un accordo per aumentare le importazioni di gas dall’Algeria fino a 9 miliardi di metri cubi all’anno entro il 2023-24. Da Egitto e Repubblica del Congo, il gruppo energetico punta ad aumentare le importazioni di gas naturale liquefatto rispettivamente di 3 miliardi e 4,5 miliardi di metri cubi l’anno. L’invasione russa dell’Ucraina ha contribuito a spingere i prezzi degli idrocarburi a livelli quasi record nei primi tre mesi dell’anno, traducendosi in guadagni eccezionali per il Cane a sei zampe, che è arrivato al giro di boa del primo trimestre con un utile netto di 3,27 miliardi di euro rispetto ai 270 milioni ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?