Elicottero, foto generica
Elicottero, foto generica

Roma, 10 luglio 2020 - Un elicottero è precipitato e si è inabissato nel Tevere alle porte di Roma, in zona Nazzano Romano. Sul posto sono presenti i vigili del fuoco con i sommozzatori e i carabinieri della compagnia di Monterotondo, Ostia e del nucleo subacquei. Sono in corso ricerche nelle acque del fiume. Al momento non è stata trovata traccia del velivolo né delle persone a bordo.

A dare l'allarme è stato un uomo che stava facendo bird-watching all'interno di una cabina della riserva naturale. Il testimone ha riferito di avere visto l'elicottero privato toccare i fili dell'alta tensione e cadere nel fiume, inabissandosi a poche decine di metri dalla sua postazione. Il mezzo è caduto nel Tevere in una zona denominata 'Tevere Farfa', nei pressi del ristorante 'Piccolo Paradiso'.

In serata il velivolo è stato localizzato sul fondale del Tevere dai carabinieri e dai vigili del fuoco con ecoscandaglio. Ancora non si hanno notizie delle persone che erano a bordo. Le operazioni di recupero del velivolo, data la complessità e la necessità di mezzi speciali, non dovrebbero iniziare prima di domani mattina, a quanto si apprende. 

Il relitto dell'elicottero, individuato con l'ecoscandaglio è sul fondo del letto del Tevere, al centro del fiume.  E' caduto in una zona interna della riserva, difficile da raggiungere se non con i fuoristrada o a piedi, dove ci sono delle casette di legno per il bird watching. Come è caduto lo ha detto un testimone, un uomo che era con i figli: "Ha urtato i cavi del'alta tensione ed è venuto giù". "Era un piccolo velivolo", ha aggiunto il testimone, raccontando ai carabinieri di Monterotondo, che coordinano i soccorsi, cosa era successo.

Volo fantasma

E l'ecoscandaglio ha confermato: si tratta di un piccolo velivolo, probabilmente, un elicottero biposto monoelica. A bordo potevano esserci al massimo due persone, quindi.  Ma è mistero sul volo, un volo fantasma. Non era un volo istituzionale o commissionato da un ente pubblico o privato che doveva sorvolare la zona. Era un volo esclusivamente privato, ma non c'è traccia: chiunque voli deve avvisare e segnalare il piano di volo alle autorità dell'aviazione civile, non c'è nessuna segnalazione, nessun avviso
E ancora nessuno ha denunciato una scomparsa.  Domattina inizieranno le operazioni di recupero, e non sarà facile: il relitto è sul fondo, al centro del fiume, impossibile quindi usare una gru, saranno necessarie tecniche di sollevamento con palloni aerostatici. 

 

Alto Adige, precipita ultraleggero

Un aereo ultraleggero è precipitato oggi pomeriggio in un campo di mais nella zona di Novacella e nord di Bressanone in Val d'Isarco in Alto Adige. Dalle lamiere del velivolo i vigili del fuoco hanno estratto il pilota, un altoatesino attorno ai 55 anni. 
L'uomo è stato soccorso e intubato sul posto prima di essere trasportato a bordo dell'elicottero Pelikan 2 all'ospedale 'San Maurizio' di Bolzano dove versa in pericolo di vita. Sul luogo dell'incidente la macchina dei soccorsi ha visto impegnati oltre ai sanitari e vigili del fuoco anche polizia e carabinieri.