Roma, 20 agosto 2021 - Ci sono i numeri aggiornati dell'Iss (Istituto superiore di Sanità) sull'efficacia dei vaccini contro il Covid in Italia. Nel periodo 4 aprile-15 agosto i sieri hanno dimostrato l'82,54% di efficacia nel prevenire il contagio, il 94,92% nel prevenire l'ospedalizzazione, il 97,04% il ricovero in terapia intensiva e il 97,16% il decesso.

Bollettino Covid del 21 agosto

"Terza dose ai fragili da settembre". Bertolaso: così evitiamo lockdown

Il bollettino dei contagi in Italia: dati del 20 agosto 2021

Covid, indice Rt Italia scende a 1.1. Incidenza a 74

Vaccini, efficacia per fasce di età

Il livello di protezione dalla diagnosi positiva di Covid varia tra le fasce di età, andando dal 69,63% per i 12-39 enni al 90,07% degli over 80, mentre nel prevenire i ricoveri ordinari va dall'87,6% dei più giovani al 94,95% dei più anziani. Meno oscillazioni per l'efficacia sui ricoveri in rianimazione (97,59% per la fascia 40-59, 97,34% per i 60-79enni e 95,66% per gli over 80) e sui decessi (rispettivamente 95,14%, 97,51% e 97,21%).

I numeri assoluti

Andando avanti con i dati, emerge che negli ultimi 30 giorni sono stati zero, tra i vaccinati, i ricoverati in terapia intensiva nell'età tra 12 e 39 anni. Sono invece 49 i ricoverati in rianimazione tra i non vaccinati nella stessa fascia di età. Situazione simile nella fascia di età tra 40 e 59 anni. Tra i non vaccinati sono 121 le persone ricoverate in terapia intensiva e solo 7 tra quelle completamente immunizzate. Situazione simile anche per quanto riguarda i decessi. A fronte di zero decessi tra vaccinati nella fascia 12-39, ne abbiamo 4 tra giovani non immunizzati. Nella fascia 40-59 anni sono 28 i decessi per Covid-19 tra persone non vaccinate e solo 2 tra persone completamente immunizzate.

Sanitari No Vax, in 1.200 ricorrono al Tar