Il Memoriale della Shoah a Milano (ImagoE)
Il Memoriale della Shoah a Milano (ImagoE)

Torino, 27 gennaio 2020 - Inquietante episodio di antisemitismo a Torino, che avviene proprio nella Giornata della Memoria 2020. E' l'ultimo di una lunga serie e segue di pochi giorni quello di Mondovì, sempre in Piemonte. La scritta "crepa sporca ebrea" è comparsa oggi sul pianerottolo di un palazzo di corso Casale, precollina del capoluogo piemontese, dove vive una donna di origini ebree, figlia di una staffetta partigiana. "Una frase terribile, soprattutto nel Giorno della Memoria. Termini vecchi, passati, che però fanno ancora male", dice la signora Maria, ultrasettantenne, che ha sporto denuncia in Questura. Sull'episodio indaga la Digos. A Mondovì scritte antisemite erano invece apparse sulla porta di casa di Aldo Rolfi, figlio di una staffetta partigiana e deportata politica a Ravensbruck.

E' l'ennesimo segnale inquietante, rigurgito di antisemitismo, manifestazione di spregio contro le vittime della Shoah e di razzismo. Episodi che si sono moltiplicati negli ultimi giorni  in Italia, proprio a ridosso della Giornata della Memoria. La scorsa notte nel Bresciano è stata sfondata una vetrina e sul pavimento è stata lasciata una scritta: "t.. negra" con accanto una svastica disegnata al contrario e una croce celtica,