Dopo il via libera del Comitato per i medicinali a uso umano (Chmp) dell’Ema, anche la Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco, ha dato parere positivo all’estensione vaccino anti Covid Comirnaty di PfizerBioNTech per i bambini tra i 5 e gli 11 anni. Vaccino bambini 5-11 anni, via libera dell'Aifa. Quando si parte? Le ipotesi sui tempi Covid, linee guida Regioni: "Mascherina al chiuso, vaccinati possono contagiare" Quando inizieranno le vaccinazioni per i bambini in italia? Una data certa ancora non c’è. Ursula von der Leyen ha annunciato che Paesi Ue le dosi del vaccino Pfizer per i bambini a saranno pronte dal 13 dicembre. Ieri il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ha affermato che in Italia...

Dopo il via libera del Comitato per i medicinali a uso umano (Chmp) dell’Ema, anche la Commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco, ha dato parere positivo all’estensione vaccino anti Covid Comirnaty di PfizerBioNTech per i bambini tra i 5 e gli 11 anni.

Vaccino bambini 5-11 anni, via libera dell'Aifa. Quando si parte? Le ipotesi sui tempi

Covid, linee guida Regioni: "Mascherina al chiuso, vaccinati possono contagiare"

Quando inizieranno le vaccinazioni per i bambini in italia?

Una data certa ancora non c’è. Ursula von der Leyen ha annunciato che Paesi Ue le dosi del vaccino Pfizer per i bambini a saranno pronte dal 13 dicembre. Ieri il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ha affermato che in Italia si sta lavorando per "essere pronti a iniziare la somministrazione prima di Natale, tra il 20 e il 25 di dicembre".

Il vaccino è uguale a quello per gli adulti?

No, il dosaggio somministrato ai bambini è un terzo di quello autorizzato per gli over 12 (10 microgrammi rispetto a 30). Il vaccino ha, inoltre, una formulazione specifica. La Cts dell’Aifa raccomanda l’uso esclusivo della formulazione pediatrica approvata ad hoc per la fascia 5-11 anni.

È necessaria la doppia dose?

Come nel gruppo d’età più avanzata, il vaccino viene inoculato con due iniezioni nei muscoli della parte superiore del braccio, a distanza di 3 settimane l’una dall’altra.

Qual è l’efficacia?

Lo studio principale su bambini di 5-11 anni – secondo i dati forniti dall’Ema – ha mostrato che la risposta immunitaria a Comirnaty somministrato a una dose più bassa in questo gruppo d’età era pari a quella osservata con la dose più alta in pazienti di età compresa tra 16 e 25 anni (misurata dal livello di anticorpi contro Sars-CoV-2). L’Aifa nel suo parere ha confermato un’efficacia nella riduzione delle infezioni sintomatiche da SARS-CoV-2 pari al 90,7% rispetto al placebo.

Il vaccino è sicuro?

L’Aifa afferma che lo studio effettuato non ha evidenziato eventi avversi gravi correlati al vaccino. Nei 3.100 bambini vaccinati, oggetto del monitoraggio, non sono stati osservati, almeno nel follow up a breve termine attualmente disponibile, casi di anafilassi o miocarditipericarditi. Inoltre "i dati relativi ai circa 3 milioni e 300mila bambini di 5-11 anni già vaccinati, prevalentemente con una dose, negli Stati Uniti, ancorché riguardanti un periodo di osservazione di breve durata (media di 16 giorni), non evidenziano al momento nessun segnale di allerta in termini di sicurezza".

Effetti indesiderati?

Come riportato dall’Ema gli effetti indesiderati più comuni nella fascia d’età 5-11 anni "sono simili a quelli osservati nelle persone di età pari o superiore a 12 anni". Includono dolore al sito di iniezione, stanchezza, mal di testa, arrossamento e gonfiore al sito di iniezione, dolore muscolare e brividi. Questi effetti sono generalmente lievi o moderati e migliorano entro pochi giorni dalla vaccinazione.

Controindicazioni?

"Le controindicazioni – fanno sapere i pediatri della Sip – sono rarissime e riguardano soggetti con malattie immunomediate. In questi casi è opportuno rivolgersi agli specialisti che seguono il bambino".

Perché  vaccinare i bambini?

Nei bambini, in alcuni casi il Covid – spiega l’Aifa – può essere associato a conseguenze gravi sia a breve che a lungo termine. A seguito dell’infezione i bambini rischiano di sviluppare la sindrome infiammatoria multisistemica (MIS- c) con un picco di incidenza intorno ai 9 anni di età. Una condizione clinica grave che richiede spesso il ricovero in terapia intensiva.

Servirà il green pass?

No. Costa ha confermato che "la vaccinazione per gli under 12 sarà volontaria e non sarà previsto nessun Green pass".