È di due donne accoltellate a morte, di 39 e 24 anni, e di un 40enne perito in uno schianto stradale alla guida di una vettura il bilancio del triplice "incidente" avvenuto l’altra sera a Kilmarnock, in Scozia. Lo ha precisato in un briefing la polizia locale, senza per ora rendere i nomi delle vittime né chiarire se l’uomo fosse il sospetto accoltellatore, e limitandosi ad aggiungere che indagini sono in corso per determinare il contesto dei tre fatti, "legati fra loro". Il primo accoltellamento è avvenuto nel parcheggio di un ospedale cittadino e il secondo in Portland Street, a due miglia di distanza circa. Mentre l’incidente fatale per l’uomo al volante del veicolo (apparentemente in fuga) si è verificato sulla strada C50, in uscita dalla città. "Alcune aree restano transennate e stiamo lavorando per stabilire le circostanze dell’accaduto", ha detto Faroque Hussain, sovrintendente capo della Police Scotland, rassicurando comunque la popolazione che non vi sono "più minacce per la comunità". Cessato allarme e accessi regolari anche nell’ospedale. La first minister scozzese Nicola Sturgeon e altri esponenti politici locali e britannici hanno condannato "l’orrendo" episodio dicendosi vicini alle vittime. Nell’estate scorsa un caso di accoltellamenti mortali era avvenuto dentro e dinanzi

a un albergo di Glasgow.