24 feb 2022

Fine stato di emergenza, cosa cambia: mascherine, smart working e green pass

A scuola via le Ffp2, obbligo di vaccino per gli over 50 fino al 15 giugno. Sarà sciolto anche il Cts

alessandro farruggia
Cronaca
Mario Draghi, 74 anni, ha annunciato la fine dello stato d’emergenza dal 31 marzo
Mario Draghi, 74 anni, ha annunciato la fine dello stato d’emergenza dal 31 marzo

Roma, 24 febbraio 2022 - "Voglio annunciare che è intenzione del Governo non prorogare lo stato d’emergenza oltre il 31 marzo". La notizia, attesa, è stata data dal premier Mario Draghi a Firenze. "Continueremo a monitorare con attenzione la situazione pandemica, pronti a intervenire in caso di recrudescenze. Ma il nostro obiettivo – ha detto – è riaprire del tutto, al più presto". Ecco cosa cambierà nei prossimi mesi. Che fine farà il green pass? Per il momento la certificazione verde rafforzata resta, ma il suo utilizzo si ridurrà. Probabilmente, per molte attività al chiuso, rimarrà fino a tutto aprile, mentre verrà tolta per le attività all’aperto. Draghi ha chiarito che il criterio sarà quello della progressività: "Metteremo gradualmente fine all’obbligo di utilizzo del certificato rafforzato – ha detto – a partire dalle attività all’aperto, tra cui fiere, sport, feste e spettacoli". Il 31 marzo scade l’obbligo di esibire il Green pass rafforzato per alberghi, sagre e fiere, centri congressi. Lo stesso potrebbe accadere per i mezzi di trasporto collettivi. Il 15 giugno scadrà l’obbligo del Green pass rafforzato sui luoghi di lavoro per gli over 50. Cambiano le regole per la scuola? "Le scuole resteranno sempre aperte per tutti – ha detto il premier Draghi –. Saranno infatti eliminate le quarantene da contatto e cesserà l’obbligo delle mascherine Ffp2 in classe". Quando spariranno le mascherine? Dall’11 febbraio non sono più obbligatorie all’aperto. Dal 31 marzo si ridurrà progressivamente l’obbligo della mascherine al chiuso, a partire da ristoranti, negozi e alberghi, con date da decidere. Si dovrà anche stabilire se rinnovare l’ordinanza che impone l’obbligo di mascherina Ffp2 al chiuso per spettacoli in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo e per gli eventi e le competizioni sportive. Probabile che almeno per tutto aprile rimanga l’obbligo di mascherine nei mezzi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?