Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
27 mar 2022

Draghi cerca l’intesa al Senato sulle spese militari

27 mar 2022
Il premier Mario Draghi, 74 anni
Il premier Mario Draghi, 74 anni
Il premier Mario Draghi, 74 anni
Il premier Mario Draghi, 74 anni
Il premier Mario Draghi, 74 anni
Il premier Mario Draghi, 74 anni

Maggioranza sempre in tensione sulle spese militari: mentre si cerca di trovare un’intesa per evitare incidenti in Senato, dove a inizio settimana ci sarà il voto sul decreto Ucraina, Matteo Salvini continua a ripetere che "si parla troppo di armi e persino di nucleare", senza però mettere in discussione apertamente le scelte del governo. A Palazzo Madama si aspetta di capire che farà il governo: domani sera una call tra il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà e i gruppi nelle commissioni Esteri e Difesa cercherà di raggiungere un’intesa che tenga insieme la maggioranza e non sconfessi il voto della Camera che impegna l’esecutivo a portare la spesa al 2% del Pil. Il premier da domani si concentrerà insieme al ministro dell’Economia sul Def, che, nelle intenzioni, dovrebbe essere varato entro la fine di questa settimana. Nel documento di economia e finanza, che dovrà registrare la battuta di arresto della ripresa a causa della guerra in Ucraina (il Pil si dovrebbe attestare sul 3%), dovrebbe anche essere delineato il percorso per aumentare fino al 2% (circa mezzo punto dal livello attuale, quindi di 9-10 miliardi) i fondi a disposizione della Difesa. Negli ultimi anni il budget del ministero ha continuato a salire e così dovrebbe continuare a fare anche nei prossimi anni.

Ma sempre in modo "graduale", è il tam tam che circola nel governo, non certo in modo "massiccio" e tutto subito come lascia intendere Conte. I partiti aspettano di vedere le mosse del governo. La cosa certa è che il governo "non cadrà mercoledì", dicono al Senato.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?