22 gen 2022

Dove voteranno i Grandi elettori positivi e in quarantena

Lavori in corso per il «drive in»
Lavori in corso per il «drive in»
Lavori in corso per il «drive in»

Il governo vara un decreto legge per permettere ai Grandi elettori in isolamento o in quarantena di partecipare alle votazioni per il Quirinale. Il testo, approvato all’unanimità del Consiglio dei ministri, autorizza i Grandi elettori positivi o in quarantena (oggi sono 35, 20 deputati e 15 senatori) a lasciare "in via eccezionale" il loro domicilio per raggiungere Montecitorio e votare per il Capo dello Stato.

Durante la trasferta i Grandi elettori non potranno utilizzare mezzi pubblici, né sostare in luoghi pubblici, né entrare in contatto con soggetti diversi da coloro che sono preposti alle operazioni di voto, né pernottare e consumare pasti in luoghi diversi da quelli da loro indicati come sede di isolamento o quarantena. Ovviamente, c’è l’obbligo di utilizzo costante, all’aperto e al chiuso, di mascherine FFP2. Tanto basta per attivare il seggio "drive in" che è stato allestito nel parcheggio di Montecitorio. La struttura è simile a quella di un tunnel per il lavaggio automatico delle automobili. Il Grande elettore infetto o “quarantenato“ arriverà da solo a bordo di un’auto o un’ambulanza, riceverà la scheda da un infermiere. L’auto entrerà nel tunnel che garantisce la segretezza: lì, l’elettore scriverà il nome del proprio candidato. Uscito dal tunnel, consegnerà la scheda: verrà riposta in un contenitore che sarà sanificato e poi portato in Aula. E le schede aggiunte a quelle votate dai “sani“ nell’Emiciclo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?