Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
9 feb 2022

Diventa papà 18 mesi dopo la morte, la moglie: "È il mio atto d’amore"

Giovane cestista rimase ucciso in un incidente. Grazie alla fecondazione assistita ieri è nata Vittoria

9 feb 2022
giorgio giannaccini
Cronaca
Francesca Polli e Attilio Pierini durante una premiazione del cestista portorecanateseLo scatto di Francesca Polli con il pancione poco prima del parto pubblicato sulla pagina Fb della donna
Francesca Polli e Attilio Pierini durante una premiazione del cestista
Francesca Polli e Attilio Pierini durante una premiazione del cestista portorecanateseLo scatto di Francesca Polli con il pancione poco prima del parto pubblicato sulla pagina Fb della donna
Francesca Polli e Attilio Pierini durante una premiazione del cestista

Civitanova, 9 febbraio 2022 - "I nostri pensieri erano quelli di mettere al mondo una nuova vita, invece la vita ci è stata tolta. Tu hai voluto rimanessi qui cosciente e in salute. Oggi (ieri, ndr) alle ore 08.37 è nata nostra figlia, la nostra più grande Vittoria. Il tuo esistere continuerà attraverso i suoi occhi. Non le leggerò i soliti libri di fiabe. Le racconterò la storia di suo padre, del grande uomo che era e dell’amore che ci ha uniti per sempre". Queste le toccanti parole, scritte in un post Facebook, da Francesca Polli, moglie del compianto cestista portorecanatese Attilio Pierini. Ieri mattina la donna ha dato alla luce, nell’ospedale di Civitanova, la primogenita Vittoria, grazie alla fecondazione assistita, che le ha permesso di avere un figlio con Attilio, nonostante la prematura scomparsa del marito. Pierini, storico capitano e bandiera dell’Us Basket Recanati in A2 e anche giocatore della Virtus Basket Civitanova Marche in serie B, era morto a giugno del 2020, ad appena 38 anni, in un tragico incidente stradale, avvenuto sull’autostrada A24. Pierini, a bordo sua Audi Q5 con la moglie, si stava dirigendo a Roma. Ma poi l’Audi del portorecanatese era stata centrata da un autoarticolato Volvo, che andava in senso opposto. Il cestista era morto sul corpo, mentre Francesca Polli era stata ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Teramo, dove si era poi ripresa dopo aver lottato a lungo fra la vita e la morte. E proprio lei, a sei mesi dalla tragedia, aveva pubblicato sui social una commuovente lettera di amore per Attilio, mai dimenticato. "Sono qui. Se lo sono è per merito tuo amore mio – recitava la lettera –. Sì... mi hai salvata. Soltanto tu potevi farlo. Sai anche che in questo momento vorrei stare con te... ovunque tu sia. Il ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?