Tragedia nella Capitale.

Il 58enne Luca Perrone muore in seguito al pugno in viso ricevuto in un kebab del quartiere San Lorenzo. A sferrare il cazzotto un 18enne italo-egiziano figlio del titolare. Il ragazzo, posto agli arresti domiciliari, è indagato per omicidio preterintenzionale. Perrone, entrato nel locale, aveva chiesto con insistenza alcolici. Al diniego, aveva reagito in malo modo infastidendo i clienti. Gli animi si erano accesi. Il figlio del titolare, pensando di fare giustizia da sé, passava così all’azione. Perrone cadeva a terra con un taglio evidente tra la fronte e naso ed altre ecchimosi sull’occhio sinistro. Una volante di passaggio chiamava il 118. Inutile il trasporto all’Umberto I,dove l’uomo decedeva poco dopo.