28 mar 2022

Destino (forse) simile per Sonny Colbrelli Ma col bypass salvavita non si può far sport in Italia

Il campione di ciclismo Sonny Colbrelli è rientrato in Italia dopo essere stato trasferito sabato dall’Ospedale Universitario di Girona, in Spagna. Date le condizioni cliniche stabili, Sonny Colbrelli è stato autorizzato a fare rientro nel proprio paese.

Il corridore della Bahrain Victorious, collassato lunedì scorso all’arrivo della prima tappa del Giro di Catalogna, è stato portato all’Hospital Universitari de Girona per sottoporsi a esami e indagare sulla causa dell’aritmia cardiaca instabile che ha richiesto la defibrillazione. Ulteriori esami saranno effettuati nei prossimi giorni in un centro di eccellenza italiano per la diagnosi e la terapia delle malattie.

Anche se è ancora presto ipotizzare il decorso della malattia, per lo scorso vincitore della Roubaix potrebbe matarializzarsi un destino simile a quello di Eriksen. Se infatti fosse necessaria l’installazione di un defibrillatore sottocutaneo, Colbrelli non potrebbe più praticare l’attività agonistica in Italia, paese con regole molto stringenti, e quindi dovrebbe dire addio a gare come il Giro d’Italia o la Milano-Sanremo. Potrebbe invece partecipare a gare nelle nazioni in cui i protocolli medici sono più "permissivi".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?