Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
21 mag 2022

Depp, l’ex moglie e Kate Moss La modella può ‘scagionarlo’

21 mag 2022

Iniziato il 12 aprile a Fairfax, in Virginia, il processo-show nato dalla denuncia di diffamazione fatta da Johnny Depp contro l’ex moglie Amber Heard (con la richiesta di un risarcimento di 50 milioni di dollari) si avvia alle fasi finali. Entrambi si accusano l’un l’altra di essere stati fisicamente violentati durante la loro relazione, un matrimonio durato dal 2015 al 2017. Entrambi negano le accuse dell’altro e – come si sa – nessuno dei due sta risparmiando colpi bassi e racconti di particolari drammatici se non morbosi. Dopo Depp, è salita sul banco dei testimoni Amber che ha chiamato a sostenere le sue ragioni tra gli altri Tracey Jacobs, per 30 anni è stata l’agente dell’attore, che ha parlato del "comportamento non professionale di Johnny (sul set dell’ultimo Pirati dei Caraibi) dovuto all’aumento di uso di alcol e droga", sia una delle ex fidanzate di Depp, l’attrice Ellen Barkin, 68 anni, che frequentò per un breve periodo il divo negli anni ’90 e la cui testimonianza – registrata nel 2019 – è stata mostrata ai sette giurati del Fairfax County Circuit Court.

La Barkin – sua compagna sul set del film del ’98 Paura e delirio a Las Vegas – ha detto che già allora Depp "era ubriaco per la maggior parte del tempo. Era un bevitore di vino rosso. Un uomo geloso, che controlla... “Dove stai andando? Con chi vai? Cosa hai fatto ieri sera?“. Un graffio sulla mia schiena una volta – ha detto la Barkin – lo fece arrabbiare molto perché sosteneva che fosse la prova che facevo sesso con una persona diversa da lui. Durante una pausa di lavorazione del film lanciò una bottiglia di vino nella stanza, la camera d’albergo a Las Vegas".

Proprio grazie a queste parole che confermano la tesi di Amber, l’attrice potrebbe ritrovare quel consenso che – almeno nel verdetto già dato via social dall’opinione pubblica – avrebbe perso, tanto che pare sia adesso in forse la sua riconferma nel cast del sequel hollywoodiano di Aquaman. Ma gli avvocati di Depp confidano altresì di avere ancora diverse carte da giocare in favore del divo, e una di queste sarebbe stata servita loro su un piatto d’argento dalla stessa Heard quando ha testimoniato: "Ricordavo informazioni che avevo sentito, ricordavo che aveva spinto una sua ex ragazza, credo fosse Kate Moss, giù per le scale". Nel preciso istante in cui Amber lo ha detto, sul volto di Benjamin Chew, l’avvocato di Depp, è apparso un sorriso di compiacimento seguito da un pugno chiuso in gesto di esultanza. Un autogol: Kate Moss (che è stata con l’attore dal 1994 al ’97) può ora essere chiamata a testimoniare, e forse Depp non aspetta altro. Certo che Kate sia dalla sua parte.

Barbara Berti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?