11 mar 2022

Depardieu e le accuse di stupro I giudici: l’inchiesta va avanti

L’attore voleva l’archiviazione ma la Corte d’appello lo gela . Le violenze sarebbero. avvenute nel 2018

PARIGI

La Corte d’Appello di Parigi ha confermato l’incriminazione di Gérard Depardieu, 73 anni, per "stupro" e "aggressione sessuale" dopo la denuncia dell’attrice e modella 26enne Charlotte Arnould. La Corte ritiene quindi che vi siano, in questa fase, indicazioni gravi o concordanti che giustificano l’incriminazione di Gérard Depardieu per i fatti risalenti all’agosto 2018.

Depardieu aveva presentato una richiesta nel maggio 2021 perché fosse stabilita la nullità delle accuse in merito ai fatti.

Le presunte violenze sarebbe avvenute nell’appartamento parigino del divo, dove lui e Charlotte si erano incontrati per motivi professionali. Depardieu, amico dei genitori, conosceva la giovane attrice si da quando era bambina. L’inconico interprete di Cyrano ha sempre negato ogni responsabilità.

red. est.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?