C’è anche il nome del fratello, Michele Gaglione, tra quelli dei parenti che, sul manifesto funebre affisso all’entrata della chiesa di San Paolo apostolo nel Parco Verde di Caivano (Napoli), danno ‘il triste annuncio’ della morte di Maria Paola (nella foto con il compagno Ciro). Ieri il funerale. La ragazza aveva 20 anni ed è morta nella notte tra venerdì e sabato dopo essere caduta dallo scooter sul quale viaggiava con il compagno Ciro Migliore, ragazzo trans. A inseguirli era proprio il fratello trentenne di Maria Paola, arrestato con l’accusa di omicidio preterintenzionale. Il fidanzato della ragazza ha firmato uno striscione affisso fuori alla chiesa. "Correvamo soltanto verso la nostra libertà – si legge sul cartellone – o almeno credevamo di farlo. Verso la nostra piccola ma grande felicità... Ovunque sarai il mio cuore sarà lì con te. Ti amerò oltre le nuvole. Dal tuo grande amore Ciro". Appello a fermare l’odio da parte di don Maurizio Patriciello: "Sono il parroco di tutti e sono vicino alle famiglie, a Ciro ed a Michele. Le loro famiglie vivono una di fronte all’altra, e dovranno riconciliarsi. Il tempo aiuterà".