Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
20 mar 2021

Decreto Sostegno: cartelle arretrate, arriva un mini-condono. La guida

Sconto a chi ha meno di 30mila euro di reddito e per debiti antecendenti al 2011. Bar, ristoranti e alberghi non pagano il canone Rai

20 mar 2021
claudia marin
Cronaca
"Al lavoro con presidenti di Regione, @comuni_anci e @ProvinceItalia
 sul decreto Sostegni. In collegamento anche il ministro dell�Economia Franco", si legge sul profilo Twitter del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, 18 marzo 2021.  ANSA / Immagine tratta dal profilo Twitter di Mariastella Gelmini +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++   +++NO SALES; NO ARCHIVE; EDITORIAL USE ONLY+++
Vertice sul Dl Sostegni (Ansa)
"Al lavoro con presidenti di Regione, @comuni_anci e @ProvinceItalia
 sul decreto Sostegni. In collegamento anche il ministro dell�Economia Franco", si legge sul profilo Twitter del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, 18 marzo 2021.  ANSA / Immagine tratta dal profilo Twitter di Mariastella Gelmini +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++   +++NO SALES; NO ARCHIVE; EDITORIAL USE ONLY+++
Vertice sul Dl Sostegni (Ansa)

Arriva il Decreto Sostegni da 32 miliardi (qui il testo completo in Pdf) con indennizzi alle imprese (con perdite di almeno il 30% nel 2020), cassa integrazione e blocco licenziamenti per i lavoratori (con scadenze a giugno e ottobre), sostegni ai settori più colpiti (1,7 miliardi per il turismo), ma è già in cantiere la richiesta di un nuovo scostamento di bilancio da 30 miliardi per nuove misure. Dopo ore di trattative, arriva anche la soluzione del nodo politico più intricato, quello sulla sanatoria delle cartelle, che passa attraverso un compromesso: l’operazione di saldo e stralcio (che Draghi non esita a definire "condono", ma che deriva "dall’incapacità dello Stato di funzionare") riguarderà i debiti fiscali di cittadini e imprese, fino a 5mila euro, accumulati dal 2000 al 2010. A condizione che i contribuenti abbiano avuto un reddito fino a 30mila euro nel 2019. Covid, il bollettino con i contagi del 20 marzo Una mediazione, accompagnata dall’impegno a riformare interamente la riscossone, tra il fronte aperturista di Lega, FI, M5s e Iv, e quello rigorista, di parte del Pd e di Leu. Una mediazione destinata a modifiche in Parlamento: c’è chi ipotizza che si arriverà al 2015, facendo saltare il tetto di reddito. Sciolto anche l’altro nodo sul blocco dei licenziamenti: prorogato al 30 giugno 2021 per le grandi imprese che hanno la cassa ordinaria, mentre per le Pmi l blocco proseguirà fino al 31 ottobre. Sempre per pmi e artigiani e quelle sprovviste di cassa ordinaria, le settimane di cassa Covid gratuita si potranno utilizzare tra il 1 aprile e il 31 dicembre 2021. Nessuna sorpresa per l’indennizzo per imprese e professionisti con partita Iva che abbiano avuto perdite nel corso del 2020 di almeno il 30% (non 33) del fatturato sul 2019. Cinque le fasce di contributo a fondo perduto, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?