Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
4 dic 2021
4 dic 2021

Accoltellato a New York, il padre: "Sentito al telefono, sta bene"

Roberto Malaspina, ferito con la stessa arma con cui è stato ucciso Davide Giri, è un dottorando alla Columbia. Era arrivato a New York da un giorno

4 dic 2021
TOPSHOT - Police and other first responders respond to a reported explosion at the Port Authority Bus Terminal on December 11, 2017 in New York.
New York police said Monday that they were investigating an explosion of "unknown origin" in busy downtown Manhattan, and that people were being evacuated. Media reports said at least one person had been detained after the blast near the Port Authority transit terminal, close to Times Square.Early media reports said the blast came from a pipe bomb, and that several people were injured.
 / AFP PHOTO / Bryan R. Smith
Nel riquadro, il ragazzo umbro ferito
TOPSHOT - Police and other first responders respond to a reported explosion at the Port Authority Bus Terminal on December 11, 2017 in New York.
New York police said Monday that they were investigating an explosion of "unknown origin" in busy downtown Manhattan, and that people were being evacuated. Media reports said at least one person had been detained after the blast near the Port Authority transit terminal, close to Times Square.Early media reports said the blast came from a pipe bomb, and that several people were injured.
 / AFP PHOTO / Bryan R. Smith
Nel riquadro, il ragazzo umbro ferito

Roma, 4 dicembre 2021 - "Sta guarendo ed è di buon umore" Roberto Malaspina, 27 anni, perugino, l'italiano accoltellato e ferito giovedì sera ad Harlem, quindici minuti dopo l'aggressione mortale al dottorando alla Columbia UniversityDavide Giri, 30 anni. A comunicare lo stato di salute del ragazzo è stato prima un amico, andato a trovarlo all'ospedale Mount Sinai Morningside dove è ricoverato, poi il padre, Corrado Malaspina, radiologo, ora in pensione, all'ospedale di Perugia: "L'ho sentito al telefono - ha dichiarato -, sta bene".

Approfondisci:

Davide Giri, la fidanzata: "Progettavamo una vita insieme". La veglia alla Columbia

"Perché io? Aiuto", sarebbe stato il grido di allarme lanciato da Roberto, poco prima essere ferito. Era arrivato a New York il mercoledì e solo il giorno dopo, mentre camminava lungo la 110th Street, a sud di Harlem, è stato accoltellato alla schiena e all'addome da un uomo, identificato poi come Vincent Pinkney, 25 anni, membro della gang criminale 'EveryBody Killer'. Il folle killer, individuato grazie alla testimonianza di una ragazza, è attualmente in stato di fermo, ma su di lui non è stata ancora formulata alcuna incriminazione. Ha diversi precedenti penali per aggressione e rapina a mano armata ed era in libertà vigilata fino al 2022.

Roberto e Davide non si conoscevano, passeggiavano attorno alle 23 a cinque isolati di distanza. La polizia ritiene di aver trovato il coltello con cui l'aggressore ha prima ucciso Davide e poi, ancora insanguinato, ha ferito Roberto. L'arma, modello Dexter, fabbricazione americana, manico bianco e lama affilata di quindici centimetri, è un tipo di coltello che viene usato generalmente nelle cucine dei ristoranti.

Chi è Roberto Malaspina

È un perugino, Roberto Malaspina, 27 anni, il giovane ferito a New York poco dopo l'accoltellamento a morte di Davide Giri. Lo riporta oggi il Corriere dell'Umbria. Malaspina, e non Malastina come riportato inizialmente dai media americani, si trovava nella città statunitense per studiare. Anche lui, quindi, come dottorando alla Columbia University - ricostruisce il giornale -, era arrivato da 24 ore nell'ateneo newyorchese.

Il padre, Corrado Malaspina, è stato radiologo, ora in pensione, all'ospedale di Perugia. "L'ho sentito al telefono e ci ho parlato - ha spiegato -, sta bene, grazie a Dio. È ferito lievemente all'addome. Era lì da solo un giorno, per fare una ricerca nell'ateneo americano e adesso si trova ricoverato in ospedale. Noi ora siamo in contatto con il Consolato - ha concluso - che ci aggiorna continuamente".

La mappa

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?