23 gen 2022

Covid: i dati dell'Italia del 23 gennaio. Bollettino dei contagi dalle regioni

I nuovi casi sono 138.860, 227 decessi. Lombardia +21.700, Emilia-Romagna +19.630, Veneto +14.976, Toscana +10.904, Marche +5.483

Roma, 23 gennaio 2022 - Arrivano conferme dal bollettino del ministero della Salute (qui il bollettino aggiornato a oggi 24 gennaio) sull'andamento del Covid in Italia. I contagi oggi sono in netto calo: 138.860 nelle ultime 24 ore a fronte di 227 decessi. Un'ulteriore frenata della curva dopo quella di ieri, accompagnata anche a un calo del tasso di positività (-1,5%). Flessione pure sul numero di morti che resta comunque elevato. Le ombre arrivano da ricoveri e terapie intensive, di nuovo in rialzo dopo la contemporanea discesa di 24 ore fa.  Si avviano a superare quota 10 milioni i contagiati dal Covid in Italia dall'inizio della pandemia. Ad oggi sono 9.923.678, secondo i dati del ministero della Salute. 

Il bollettino Covid del 23 gennaio
Il bollettino Covid del 23 gennaio

Zona arancione: cosa cambia da oggi dal Piemonte alla Sicilia. Le regole

Covid, nuove regole per i viaggi in Europa. Addio sistema a semaforo: cosa cambia

Oms: La fine della pandemia? Plausibile dopo la variante Omicron

Sommario

Il punto

Dagli ultimi dati, diffusi dal governo, sono 1.021.173 i bambini tra i 5 e gli 11 anni che si sono vaccinati contro il covid almeno con una dose, pari al 27,93% della popolazione di questa fascia d'età (ne mancano 2,6 milioni circa). Per quanto riguarda le terze dosi, sono quasi 30 milioni gli italiani che le hanno fatte (29.955.140) pari al 75,76% della popolazione potenzialmente oggetto di dose addizionale.

Intanto, da lunedì, altre quattro regioni passano in zona arancione: alla Valle d'Aosta si aggiungono Piemonte, Sicilia, Friuli Venezia Giulia e Abruzzo. Un cambio di colore che comporterà limitazioni soprattutto per coloro che non hanno il super Green pass. Ad esempio sono sempre consentiti gli spostamenti dentro il proprio comune, mentre quelli verso altri comuni della stessa regione e verso altre regioni sono permessi a chi non ha la certificazione verde solo per ragioni di necessità, da motivare con l'autocertificazione.

Zona arancione, le regole: dai negozi agli spostamenti

E, mentre Paesi come l'Irlanda riaprono un po' tutto (stesse decioni sono state prese anche da Gran Bretagna e Francia), la Slovenia registra un nuovo picco di contagi con un tasso di positività record salito al 75,5%: 13.911 nuovi casi a fronte di 18.424 tamponi. Tensione invece in Belgio, dove si segnalano duri scontri alla manifestazione contro le restrizioni Covid a Bruxelles. I dimostranti hanno lanciato oggetti contro le forze dell'ordine, che hanno reagito utilizzando gas lacrimogeni e idranti nell'area del Parco del Cinquantenario, nei pressi delle istituzioni Ue. In piazza sono scese circa 50mila persone. Si ha notizia di danni a veicoli ed edifici. 

Il bollettino Covid del 23 gennaio

La curva dei contagi frena, ma non si può ancora dire se sia iniziata la discesa e quindi sia stato superato il picco Omicron. Nelle ultime 24 ore si registrano in Italia 138.860 nuovi contagi da Covid, ieri erano stati 171.263. Le vittime sono 227 (ieri 333). Effettuati 927.846 tamponi, 116mila meno di ieri, ma il tasso di positività è comunque calato dal 16,4% al 15%. 

In diminuzione anche i decessi, 227 (ieri 333), per un totale di 143.523 vittime dall'inizio dell'epidemia. Tornano a salire invece i ricoveri, dopo il calo di ieri: le terapie intensive sono 9 in più (ieri -31) con 132 ingressi del giorno, e salgono a 1.685, mentre i ricoveri ordinari sono 185 in più (ieri -43), 19.627 in totale. Gli attualmente positivi sono 2.734.906, con un incremento di 10.957 nelle ultime 24 ore. I morti sono saliti a 143.296. I dimessi e i guariti sono invece 7.045.249, con un incremento di 131.303 rispetto a ieri. La regione con il maggior numero di casi è oggi la Lombardia con 21.700 contagi, seguita da Emilia Romagna (+19.630), Veneto (+14.796), Lazio (+12.651) e Campania (+11.868).

Le regioni / Lombardia

Sono 21.700 i nuovi casi registrati in Lombardia (ieri 31.164) nelle ultime 24 ore, a fronte di 162.678 tamponi effettuati. Si contano purtrippo altri 67 decessi (ieri 82), che portano il numero delle vittime complessive, in regione, a 36.527. Le persone ricoverate con sintomi sono 3.396 di cui 267 in terapia intensiva, mentre in isolamento domiciliare ci sono 461.552 soggetti. I guariti/dimessi da inizio emergenza sono 1.477.358 (+39.966). Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Milano 6006, Brescia 3.122, Varese 1.610, Monza e Brianza 1.821, Bergamo 2.351, Como 1.390, Pavia 1.257, Mantova 1.209, Cremona 803, Lecco 666, Lodi 418, Sondrio 427.

Emilia Romagna

Sono 19.630 i nuovi casi di positività al Covid in Emilia Romagna su 61.590 tamponi eseguiti. In aumento i ricoveri nelle terapie intensive (+7%) e nei reparti Covid (+3%). Il dato comunicato al Ministero è comprensivo di 1.350 casi in provincia di Ferrara dei giorni scorsi ma registrati oggi: +18.280 il dato reale da ieri. Ventitre i decessi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 31,9%. Se si considerassero i casi reali odierni, quindi 18.280, la percentuale scende al 29,7%. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive sono 152 (+10 rispetto a ieri, pari al +7%), l'età media è di 61,9 anni. Sul totale, 91 non sono vaccinati, il 59,9 %; 61 sono vaccinati con ciclo completo. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.542 (+75 rispetto a ieri, +3%), età media 69,8 anni.

Veneto

Il Veneto supera la quota psicologica del milione di persone infettate dall'inizio della pandemia, nel febbraio 2020 (1.008.962). Ma la curva di crescita dei positivi ora è meno accentuata: nelle ultime 24 ore sono stati 14.976 i nuovi contagi ( 3.797 meno del giorno precedente), a fronte di un numero record di tamponi (oltre 165mila). I decessi sono 12, per un totale di 12.938 vittime. Sul fronte ospedali sono 1.470 i pazienti attualmente positivi in area non critica (-27) e 159 quelli in terapia intensiva (-7).

Toscana

In Toscana sono 10.904 i nuovi casi Covid (4.363 confermati con tampone molecolare e 6.541 da test rapido antigenico), che portano il totale a 664.247 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Oggi sono stati eseguiti 20.143 tamponi molecolari e 46.168 tamponi antigenici rapidi, di questi il 16,4% è risultato positivo. Sono invece 14.699 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 74,2% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 179.398. I ricoverati sono 1.454 (21 in meno rispetto a ieri), di cui 121 in terapia intensiva (1 in meno). Infine si registrano 26 nuovi decessi.

Liguria

Sono 4833 i nuovi positivi al Covid oggi in Liguria, a fronte di 25273 tamponi tra molecolari (5130) e antigenici rapidi (20143) registrati nelle ultime 24 ore. Si registrano inoltre 789 ricoveri nelle strutture liguri, 12 più di ieri, di cui 40 ancora in terapia intensiva. Il bollettino riporta anche 5 decessi tra il 21 e il 22 gennaio. 

Lazio

Sono 12.651 i nuovi contagi comunicati oggi nel Lazio, 2.170 in meno di ieri. Sono stati rilevati a fronte di 20.685 tamponi molecolari e 67.410 tamponi antigenici per un totale di 88.095 tamponi. Purtroppo si contano altri 8 decessi (-5), mentre sono 2.019 i ricoverati (+74), 207 le terapie intensive (+1) e +6.027 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 14,3%. I casi a Roma città sono a quota 6.473. 

Puglia

In Puglia sono stati individuati 7.267 nuovi casi su 53.741 test: 2.256 in provincia di Bari, 805 nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 707 in quella di Brindisi, 1.113 in provincia di Foggia, 1.320 in provincia di Lecce, 981 in provincia di Taranto nonchè 53 residenti fuori regione e 32 di provincia in via di definizione. Inoltre sono stati registrati 10 decessi. Attualmente sono 134.483 le persone positive, 64 sono ricoverate in area non critica e 68 in terapia intensiva. Complessivamente dall'inizio dell'emergenza i casi totali sono 545.454 a fronte di 7.248.343 test eseguiti, 403.847 sono le persone guarite e 7.124 quelle decedute.

Sicilia

In Sicilia si registrano oggi 5.394 i nuovi casi di Coronavirus (ieri 7.508), a fronte di 34.922 tamponi effettuati. Purtroppo il bollettino odierno riporta anche 24 decessi (ieri 44) che portano il totale delle vittime da inizio pandemia a 8.181. Gli attualmente positivi sull'isola sono 212.178 (+4.363) mentre le persone ricoverate con sintomi sono 1.426, di cui 164 in Terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 210.588 pazienti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza ad oggi sono 351.356 (+1.007). 

Marche

Nelle Marche sono stati registrati 5.483 nuovi casi di contagio al coronavirus ma l'incidenza cumulativa su 100mila abitante risulta solo in lieve rialzo rispetto a ieri (da 2.609,65 a 2.647,05) con la curva che si è in sostanza quasi appiattita negli ultimi tre giorni. È ancora il capoluogo di regione Ancona a rilevare il numero più alto di casi (1.563; ieri 1.583); seguita dalle province di Pesaro (1.293), Macerata (991), Ascoli Piceno (798), Fermo (623); 215 i contagiati provenienti da fuori regione.

Campania

Contagi in forte calo in Campania, dove si contano oggi 11.868 nuovi casi su 88.285 test tra antigenici (57.430) e molecolari (30.855). Sono 5 le ulteriori vittime comunicate nelle ultime 48 ore; 2 i deceduti in precedenza ma registrati ieri. In terapia intensiva sono disponibili 786 letti a fronte di 101 posti occupati. In area medica liberi 3.160 posti, occupati 1.348.

Altro Adige

In Alto Adige sono 1.753 i nuovi casi di Covid-19 su 10.300 tamponi processati. Due i morti, che portano il totale a 1.340. Delle nuove positività, il 45% riguarda persone di età compresa tra i 10 e i 39 anni. Stabile il numero dei pazienti ricoverati in ospedale, 102 nei normali reparti e 19 in terapia intensiva. I guariti totali sono 118.905, mentre le persone attualmente in quarantena sono ancora 33.108. 

Piemonte

Altri 8.673 i nuovi positivi in Piemonte, 14,5% di 60.007 tamponi. I ricoverati in terapia intensiva sono 155 (+13 rispetto a ieri), i ricoverati non in terapia intensiva sono 2.120 (+35), le persone in isolamento domiciliare sono 173.346. I tamponi diagnostici finora processati sono 13.629.328 (+60.007 rispetto a ieri). Putroppo vengono comunicato oggi 11 decessi, 1 di oggi, che portano il totale a 12.462.

Friuli Venezia Giulia

Sono 766 i nuovi casi rilevati in Friuli Venezia Giulia su 5.448 tamponi molecolari, con una percentuale di positività del 14,06%. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 38 mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti ammontano a 450. Oggi si registrano i decessi di 2 donne: una di 97 anni di Gorizia (deceduta in una Rsa) e un'altra di 70 anni di Latisana (deceduta in ospedale). I decessi complessivamente sono pari a 4.398, con la seguente suddivisione territoriale: 1.063 a Trieste, 2.135 a Udine, 833 a Pordenone e 367 a Gorizia. I totalmente guariti sono 172.380, i clinicamente guariti 734, mentre le persone in isolamento sono 60.911.

Le altre Regioni

In Calabria si contano 1.329 contagi e 7 decessi, salgono i ricoveri (+7) mentre calano le terapie intensive (-1). Calano i contagi in Sardegna dove i nuovi casi sono 795, sull'isola si contano purtroppo alti 4 decessi. Stabili le terapie intensive, su i ricoveri (+12). Sono 3.394 i nuovi casi in Abruzzo a fronte di 5 decessi. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?