Roma, 28 marzo 2021- Si sfiorano ancora i 20mila casi nel bollettino di oggi sull'epidemia da Coronavirus in Italia, mentre aumentano le terapie intensive e i ricoveri. Da domani nuove Regioni cambiano colore, con le conseguenti restrizioni anti-Covid, e si va verso un aprile blindado (qui le regole giorno per giorno), compresi i giorni di Pasqua, rigorosamente rossi. Ma dal 7 aprile niente via libera: l'andamento della curva porta il governo a seguire infatti la linea del rigore e il nuovo Decreto Covid non prevede, almeno fino al 30 aprile, zone gialle. 

Sul fronte vaccini, la parola d'ordine resta sempre accellerare con le somministrazioni e il commissario europeo, Thierry Breton, ha dichiarato che l'aumento della produzione industriale "sta andando bene". La previsione allora, ha confermato oggi, è che i cittadini dell'Unione Europea raggiungano l'immunità collettiva entro il 14 luglio.

Covid, la nuova alba tra concerti e partite. Il mondo fa le prove di normalità

Covid, il bilancio del 28 marzo

Sono 19.611 i nuovi positivi al test del Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, per un totale di 3.532.057. Ieri i casi erano stati 23.839. Secondo i dati del ministero della Salute, sono invece 297 le vittime in un giorno (380 ieri), per un totale dall'inizio della pandemia di 107.933. Sono 272.630 i tamponi molecolari e antigenici per il Covid effettuati nell'ultima giornata e il tasso di positività sale al 7,2%, in crescita rispetto a ieri quanto era al 6,6%. Sono 3.679 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid, 44 più di ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione sono 217 (ieri erano stati 264). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 28.701 persone, in aumento di 80 unità rispetto a ieri. Con quelli di oggi, diventano 3.532.057 i casi totali di Covid in Italia. Gli attualmente positivi sono 573.235 (+1.357), mentre 540.855 sono le persone in isolamento domiciliare. I dimessi/guariti sono 2.850.889, con un incremento di 17.950 unità nelle ultime 24 ore. La regione con il maggior numero di nuovi casi nelle ultime 24 ore è la Lombardia (3.520), seguita dall'Emilia-Romagna (2.137), Campania (2.095), Lazio (1.836) e Puglia (1.788).

Le notizie locali / Lombardia

Sono 3.520 i nuovi positivi registrati oggi in Lombardia (contro i 4.884 di ieri), a fronte di poco più di 43 mila tamponi rispetto ai 60 mila del giorno precedente. I morti sono stati 75 (contro i 102 di ieri). In aumento i ricoveri in terapia intensiva (+16) contro i +4 del giorno precedente per un totale di 868. In calo invece le persone ricoverate nei raparti ordinari (-55) per un totale di 7.069. Questi i nuovi casi suddivisi per provincia: Milano 1.146, Bergamo 327, Brescia 601, Como 154, Cremona 152, Lecco 124, Lodi 57, Mantova 277, Monza e Brianza 164, Pavia 212, Sondrio 95, Varese 134.

Emilia Romagna

Sono 2.137 i nuovi casi di Coronavirus in Emilia-Romagna, rilevati su 19.056 tamponi, con età media 43 anni. Si contano altri 31 morti (dai 55 ai 93 anni). I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono stabili a 401 (+1), 3.442 quelli negli altri reparti Covid (-24). La situazione nelle province vede Bologna con 474 nuovi contagi, seguita da Reggio Emilia (271), poi Modena (266) e Ferrara (230). I guariti sono 1.408 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 246.682. I casi attivi sono 72.754 (+698), il 94,7 in isolamento a casa. 

Campania

Sono 2.095 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 18.345 tamponi molecolari esaminati: l'incidenza dei contagi sui test è dell'11,42% in lieve crescita rispetto all'11,01% precedente. Sono 612 i nuovi pazienti sintomatici. Cala il numero delle vittime, 18, mentre i guariti sono 1.516. In leggero calo il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva (165 rispetto a 168). Sono 1.592 i posti letto di degenza occupati, dato sostanzialmente stabile.

Lazio

''Oggi su quasi 15 mila tamponi nel Lazio (-159) e oltre 15 mila antigenici per un totale di oltre 30mila test, si registrano 1.836 casi positivi (+11), 14 i decessi (-1) e +677 i guariti". Lo comunica l'assessore alla Sanità della Regione, Alessio D'Amato. "Diminuiscono i decessi, mentre aumentano i casi, i ricoveri e le terapie intensive - aggiunge -. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 12%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 6%. I casi a Roma città sono a quota 900. Verso la soglia di 1 milione di dosi somministrate".

Puglia

Sono stati registrati 1.788 casi positivi oggi in Puglia su 9.473 test effettuati. Sono in calo sia i contagi che i tamponi. Secondo quanto si osserva nel bollettino epidemiologico quotidiano, sono stati registrati anche 14 decessi e tutto le persone che hanno perso la vita in Regione salgono a 4.693.  Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.839.926 test. Sono 137.164 i pazienti guariti e 46.880 i casi attualmente positivi. I pazienti ricoverati sono 2.038 e il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall'inizio dell'emergenza è di 188.737.  

Piemonte

L'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.543 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 119 dopo test antigenico), pari al 9.7% dei 15.870 tamponi eseguiti, di cui 7.180 antigenici.  Il totale dei casi positivi diventa quindi 307.645. Si registrano anche 10 morti, con il totale che è ora di 10.190. I ricoverati in terapia intensiva sono 369 (+9 rispetto a ieri), mentre negli altri reparti 3.776 (+9 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 31.430. I tamponi diagnostici finora processati sono 3.672.511 (+15.870 rispetto a ieri), di cui 1.337.971 risultati negativi. In Regione è comparsa per la prima volta anche la variante brasiliana del virus SarsCoV2: dall'analisi degli ultimi 150 campioni inviati dagli epidemiologi piemontesi all'Istituto di Candiolo - informa una nota della Regione - è emerso che nel 90,2% dei casi la variante individuata è quella inglese (al 18 febbraio la percentuale era del 48,2%), mentre per la prima volta è stato rilevato anche un caso di variante brasiliana. 

Veneto

Diminuisce, seppur lentamente, la curva dei nuovi contagi da Coronavirus in Veneto: sono stati 1.404 nelle ultime 24 ore, secondo quanto emerge dal bollettino regionale. Si contano 378.663 positivi dall'inizio della pandemia. I morti da ieri sono 11, con un totale di 10.528. Gli attuali positivi sono 39.641 (+418). 

Toscana

In Toscana sono 1.368 i nuovi casi Covid, età media 44 anni, e si registrano anche 27 decessi. I guariti crescono dello 0,7% e raggiungono quota 158.808 (82,9% dei casi totali), gli attualmente positivi sono 27.561 (+0,9%), mentre i ricoverati sono 1.769 (+9), di cui 264 in terapia intensiva (stabili). Oggi sono stati eseguiti 15.228 tamponi molecolari e 7.215 tamponi antigenici rapidi, di questi il 6,1% è risultato positivo. Sono invece 9.698 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 14,1% è risultato positivo. Complessivamente, 25.792 persone sono in isolamento a casa, mentre sono 37.830 (-1.475) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva. 

Sicilia

Sono 953 i nuovi casi di Coronavirus in Sicilia, a fronte di 25.247 tamponi effettuati, su un totale di 3.124.143 da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 25 decessi che portano il totale delle vittime, sull'isola, a 4.583. Il numero degli attualmente positivi in Regione è di 17.000 (+588) mentre le persone ricoverate con sintomi sono 844, di cui 129 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare ci sono 16.027 pazienti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza ad oggi sono 150.068 (+340). 

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.908 tamponi molecolari sono stati rilevati 350 nuovi contagi con una percentuale di positività del 7,13%. Sono inoltre 1.859 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 96 casi (5,16%). I decessi registrati sono 14, a cui si aggiungono altri 9 pregressi. I ricoveri nelle terapie intensive sono 84, mentre quelli in altri reparti 662. I decessi complessivamente ammontano a 3.264, i totalmente guariti sono 73.733, i clinicamente guariti 3.475, mentre quelli in isolamento scendono a 14.880.  Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 96.098 persone.

Liguria

Crescono ancora i positivi in Liguria. Sono 7.362, 177 in più rispetto a ieri, con 392 nuovi casi scoperti con 4.807 tamponi (3126 molecolari e 1681 rapidi). Il rapporto tra tamponi e positivi è dell'8,15% (a livello nazionale la media è 7,2%), ieri era del 7,3%. Cresce anche il numero dei ricoverati, che ha superato la soglia di 700: sono 703, 18 più di ieri. Di questi 67 sono in terapia intensiva (erano 66). Colpisce il numero dei ricoveri nel Savonese che da due giorni sono 144 e 14 in intensiva. Numeri alti se si pensa che al policlinico San Martino a Genova i numeri sono 164 e 19. La provincia di Savona resta sorvegliata speciale in virtù di 1.519 positivi, il numero più alto in regione dopo la provincia di Genova che ne ha 3.570, ma su una popolazione ampiamente più vasta. Le nuove positività sono state registrate 104 nel Savonese, 119 nella Asl3 di Genova. 89 nell'Imperiese, 63 nello Spezzino e 17 nel Tigullio. I morti sono 6 per un totale di 3847.

Marche

Nelle Marche sono 505 i nuovi positivi al Coronavirus. Il Servizio Sanità della Regione ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati in tutto 4661 tamponi: 2543 nel percorso nuove diagnosi (di cui 848 nello screening con percorso Antigenico) e 2118 nel percorso guariti. Cala anche il rapporto tra contagiati e testati: è pari al 19,9%, mentre ieri si attestava al 22,7%. 

Calabria

Sono 366 i nuovi positivi in Calabria, come evidenzia il bollettino quotidiano. Aumenta anche il numero dei ricoveri, con più 16 persone nei reparti Covid, mentre scende di uno il numero delle persone in terapia intensiva. Nel bilancio delle ultime ventiquattro ore si registrano anche cinque morti. In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 620.481 soggetti, per un totale di 659.830 tamponi eseguiti. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 46.110, quelle negative 574.371. I nuovi casi registrati oggi indicano un forte aumento in provincia di Cosenza con 192 nuovi positivi, quindi Catanzaro 38, Crotone 57, Vibo Valentia 18, Reggio Calabria 61.

Sardegna

Balzano a quota 284 i contagi da Covid in Sardegna: per trovare numeri così alti nell'Isola bisogna tornare indietro sino a metà gennaio. È anche vero che il tasso di positività, ieri oltre il 10%, scende bruscamente all'1,3% per effetto dello screening di massa in 33 comuni del sud Sardegna. Complessivamente infatti sono stati effettuati 21.461 tamponi in 24 ore. Nell'aggiornamento dell'unità di crisi regionale si registrano anche tre nuovi decessi (1.226 in tutto). Continuano a risalire anche i ricoverati: ora sono 189 i pazienti attualmente in ospedale in reparti non intensivi (+12), mentre sono 30 (-2) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.686. I guariti sono complessivamente 29.373 (+48), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 186.

Abruzzo

Sono 269 i nuovi positivi al Covid19 in Abruzzo, con età compresa tra 4 mesi e 92 anni. Ci sono altri 9 decessi. I contagi sono 89 in provincia dell'Aquila, 53 in quella di Chieti, 47 nel Pescarese e 75 nel Teramano. Sono stati eseguiti, nelle ultime ore,  4.052 tamponi molecolari e 1.155 test antigenici. Sono 10.666 gli attualmente positivi (+253): 613 sono ricoverati in area medica (-10), 77 in terapia intensiva (-6), in 9.976 sono in isolamento domiciliare (+269) con controllo da parte delle Asl. Ci sono complessivamente 51.801 guariti (+7).

Basilicata

Ci sono stati altri tre decessi in Basilicata a causa del Covid, nelle ultime 24 ore, e altri 159 nuovi contagi, a fronte di 1.200 tamponi molecolari processati ieri. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 4.572 di cui 4.402 in isolamento domiciliare. Sono 13.664 le persone residenti guarite dall'inizio dell'emergenza sanitaria e 422 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 171 di cui 14 in Terapia intensiva.