Il primo giorno di apertura dello storico mercato di vestiti a Napoli (Ansa)
Il primo giorno di apertura dello storico mercato di vestiti a Napoli (Ansa)

Roma, 22 maggio 2020 - Il bollettino della Protezione civile sul Coronavirus in Italia con i dati di oggi, 22 maggio dà buone notizie. Stando alle ultime notizie su casi totali, attualmente positivi, morti e guariti, si mantiene stabile, con tendenza al ribasso, la curva epidemica del Covid-19 in Italia. Buone notizie arrivano anche dall'indice di contagio Rt sotto il valore 1 in tutte le regioni italiane tranne la Val d'Aosta. In Lombardia c'è un decremento giornaliero dei casi, aumentano gli asintomatici individuati, e le terapie intensive sono sotto il livello di soglia. Il presidente dell'Iss, Silvio Brusaferro, ha sottolineato però che il virus "ancora circola, non possiamo escludere un incremento dei contagi nelle prossime settimane". Il ministero della Salute valuta anche di raccomandare la vaccinazione contro l'influenza stagionale a tutti i bambini da 0 a 6 anni e agli anziani a partire dai 60 anni, oltre che agli operatori sanitari delle Rsa. 

Coronavirus, i dati del 22 maggio

Veniamo ai numeri nel dettaglio. I nuovi casi registrati oggi sono 652 (contro i 642 di ieri), portando il totale degli italiani colpiti dal virus a 228.658. In leggero calo i decessi, 130 contro i 156 di ieri, 32.616 in tutto. Mentre i guariti sono 2.160 (ieri 2.278) per un totale di 136.720. Per effetto di questi dati, continua a calare il numero delle persone attualmente malate, -1.638 oggi, con il totale che scende per la prima volta dal 25 marzo sotto quota 60mila, per l'esattezza 59.322. Prosegue il costante calo dei ricoveri: quelli in regime ordinario sono 312 in meno, 8.957, mentre le terapie intensive calano di altri 45 posti, e sono 595, mai così poche dal 7 marzo. Le persone in isolamento domiciliare sono 49.770. Infine, oggi record di tamponi in un giorno: 75.380, che fanno crollare il rapporto positivi/tamponi a 0,8, mai così basso.

Lombardia

Oggi in Lombardia sono stati registrati 293 nuovi positivi e 57 morti. In totale, dall'inizio dell'epidemia, i casi sono 86.384 e i decessi 15.784. Gli attualmente positivi sono calati di 782 unità (in totale sono 25.933). I tamponi effettuati sono stati 19.028 (totale 641.593) e la percentuale tra questi e le persone risultate positive cala a 1,5%. Questo il quadro dell'epidemia di coronavirus tracciato dai dati della Regione Lombardia. Ieri c'erano stati 316 nuovi casi positivi (2,1% il rapporto con i tamponi effettuati) e 65 decessi.

Emilia Romagna

In Emilia Romagna nelle ultime 24 ore si sono registrati 53 nuovi casi di positività (27.470 da inizio epidemia), 237 guariti e 12 decessi (4.037 totali). Continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi, che a oggi sono scesi a 4.730 (-196). I tamponi effettuati sono 3.940, per un totale di 282.857. 

Nel dettaglio in Emilia Romagna i decessi hanno riguardato 6 uomini e 6 donne. Due erano residenti nella provincia di Piacenza, 1 in quella di Parma, 1 in quella di Modena, 4 in quella di Bologna (nessuno nell'imolese), 1 in quella di Ravenna, 2 in quella di Forlì-Cesena (1 nel Forlivese e 1 nel Cesenate) 1 in quella di Rimini. Nessun decesso tra i residenti nella provincia di Reggio Emilia, Ferrara e da fuori Regione. Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.455 a Piacenza (6 in più rispetto a ieri), 3.444 a Parma (9 in più), 4.919 a Reggio Emilia (5 in più), 3.895 a Modena (11 in più), 4.528 a Bologna (9 in più); 392 le positività registrate a Imola (dato invariato), 985 a Ferrara (1 in più). In Romagna i casi di positività hanno raggiunto quota 4.852 (12 in più), di cui 1.018 a Ravenna (dato invariato), 940 a Forlì (lo stesso di ieri), 772 a Cesena (3 in più), 2.122 a Rimini (9 in più).  

Le tabelle. I dati di oggi. Il Pdf

I dati provincia per provincia. Il Pdf

Toti: Covid in Liguria prima di Codogno

Oggi il governatore della Liguria Toti ha detto che la presenza del Covid-19 in Liguria risale a molto tempo prima della comparsa a Codogno, facendo riferimento ai risultati preliminari di tre studi che hanno evidenziato come il coronavirus fosse in circolazione ben prima delle date già note sul 'paziente zerò di Codogno.

 

Le notizie di oggi

Spostamenti tra regioni, dove potremo andare dal 3 giugno. La tabella degli indici Rt

Coronavirus, Iss: "Casi in calo in tutta Italia, ma è possibile un rialzo"

Coronavirus, negli Usa altri 25mila contagi in un giorno. Trump porta la mascherina

Influenza, si valuta il vaccino a bimbi 0-6 anni e agli over 60