Domenica 14 Luglio 2024

Daniela Morfino (M5s) piange alla Camera: “Vissuta sulla mia pelle. La violenza di genere è un dramma”

La toccante confessione della deputata pentastellata durante l’intervento in Aula sul Codice rosso

Roma, 7 settembre 2023 – "E' devastante subire abusi fisici e psicologici da qualcuno che ami e pensi che quel sentimento sia ricambiato, da un uomo che pensi di amare, che pensi ti ami sinceramente e poi scopri che invece è un mostro che non dome sotto al letto. Il mostro dorme accanto a te". Un pianto di dolore e coraggio scandisce le parole dell’intervento in Aula della deputata Daniela Morfino (M5s) sul Codice rosso per le vittime di violenza di genere e domestica.

Daniela Morfino, deputata M5s
Daniela Morfino, deputata M5s

"Questo argomento lo sento sulla mia pelle questo drammatico problema l'ho vissuto in prima persona. Conosco bene il dramma che vivono queste donne", ha spiegato la Morfino ricevendo il sostegno dei colleghi e delle colleghe del Gruppo M5s ma anche diversi applausi da tutta l'aula.

A fatica, sospirando e senza riuscire a trattenere le lacrime la deputata ha ricordato alcuni recenti casi di cronaca: "La violenza di Palermo compiuta da essere immondi, che non si possono definire uomini. Mi rifiuto di pensare che quando dico no, io mio no deve essere frainteso. Non esistono attenuanti, tu uomo ti devi fermare".

L’intervento della Morfino

Morfino sostiene che quello della violenza sessuale "è proprio una questione culturale, una questione retrograda, che dobbiamo assolutamente smantellare ed eliminare dalla nostra comunità con idonei strumenti normativi, con la funzione di far emergere quei fatti gravi e sommersi, che rimangono nascosti e non denunciati per paura, per solitudine e per incomprensione”, sottolineando che “la violenza domestica, anche quella psicologica, provoca molto più dolore dei segni visibili di lividi e cicatrici, perché le parole sono le prime armi per ferire e negare la vita libera di un essere umano”.

E aggiunge: “È devastante subire abusi fisici e psichici da qualcuno che ami, e pensi che quel sentimento sia ricambiato. È devastante subire violenza dall'uomo che pensi di amare, che pensi ti ami sinceramente e poi scopri che, invece, è un mostro. Scopri che il mostro non dorme sotto il letto, il mostro dorme accanto a te”.

La voce è rotta dall'emozione, ma la deputata pentastellata non si ferma: “Queste donne devono avere un segnale tangibile da parte nostra e a noi spetta il compito di sostenerle e incoraggiarle alla denuncia. E sapete perché molto spesso queste donne non denunciano? Perché continuano a non essere tutelate, a non essere credute, a essere colpevolizzate e nuovamente vittimizzate”.