Preoccupato perché la moglie non rispondeva da diverse ore al telefono, sabato pomeriggio Maurizio Mollica, un artigiano di Santo Stefano di Camastra, nel Messinese, chiama alcuni parenti per capire dove si trovino la donna e la figlia di 14 anni.

Dopo un sopralluogo nella casa di famiglia nel centro del paese, risultata deserta, Mollica si reca nella casa di campagna. Qui, intorno alle 20, scopre i corpi della moglie e della figlia, entrambe impiccate. Mollica e i parenti avvertono la polizia.

In attesa dei risultati dell’autopsia, prevista per mercoledì, il procuratore di Patti dichiara di non avere ipotesi investigative precise. Ma un biglietto lasciato da Mariolina Nigrelli lascia supporre che si tratti di un omicidio-suicidio.