Katharina Miroslawa si è risposata. L’ex ballerina polacca condannata per il delitto di Carlo Mazza, avvenuto a Parma nel 1986 è convolata a nozze in questi giorni a Vienna con un manager svedese: "È l’uomo del destino. Quando ha saputo chi ero è rimasto scioccato". I due si sono conosciuti sette anni fa all’interno di un bar della capitale austriaco. Tra un drink, qualche cena e quella ’’confessione’’ che lasciò l’uomo letteramente senza parole ("passò una settimana – ha raccontato la donna al Corriere della Sera – prima che il telefonino risquillasse: ”scusami Katharina ma sono rimasto scioccato quando ho capito chi sei...“) tra i due, infatti, è sbocciato un sentimento molto forte. Così, venerdì Katharina Miroslawa, origini polacche, e Carl Gustav, svedese, in una Vienna assediata dalla pandemia, si sono sposati davanti a un funzionario del Comune, dopo averlo fatto cinque mesi fa in chiesa. Diciotto gli invitati, tutti vaccinati, tamponati e mascherati, forse per l’ultimo matrimonio viennese prima del lockdown.