4 feb 2022

Da consulenti politiche a compagne Le eminenze rosa nella corsa all’Eliseo

Zemmour e il rivale Melenchon hanno rivelato le relazioni con le assistenti in piena campagna elettorale

giovanni
Cronaca

di Giovanni Serafini Sono belle, giovani, ambiziose. Lavorano duro per affermarsi in un dominio – quello della politica – tradizionalmente riservato ai maschi. In Francia le chiamano eminences roses: sono le donne che sussurrano all’orecchio dei leader, le consigliere dell’ombra, le ’consulenti molto speciali’ che suggeriscono le strategie elettorali. Sono intelligenti, preparate, hanno frequentato le grandi scuole, parlano le lingue, sanno perfettamente come muoversi in società e soprattutto come giocare le carte con cui imporsi,compresi fascino e bellezza. È così oggi come all’epoca del Re Sole e degli altri monarchi che prima di ogni decisione chiedevano il parere della favorita di turno, da Diana di Poitiers a Gabrielle d’Estrées, da Louise de la Vallière a Madame de Montespan, da Françoise d’Aubigné a Madame de Pompadour. Un’abitudine francese ben nota al torinese Camillo Benso conte di Cavour, che per convincere Napoleone III a concedergli aiuti militari contro l’occupante austriaco gli offrì Nizza, la Savoia e... Virginia Oldoini contesssa di Castiglione, una delle più belle donne del suo tempo. Presentata all’imperatore in occasione di un ballo cui l’imperatrice Eugenia era assente causa maternità, la nobildonna fiorentina pose le basi del trattato di Torino (marzo 1860) frequentando per mesi l’alcova del monarca. Oggi le principali ’eminenze rosa’ (non mettiamo nell’elenco Brigitte Macron, che non interviene nelle scelte del marito) sono due giovani donne che condividono il letto e la carriera politica di due leader lontanissimi fra loro: il candidato dell’ultradestra Eric Zemmour e il capo dell’ultrasinistra Jean-Luc Mélenchon. Si chiamano rispettivamente Sarah Knafo, 28 anni, e Sophia Chikirou, 42 anni. Entrambe sono nate in Francia ma hanno origini maghrebine: marocchina la prima, algerina la seconda. Entrambe hanno una clamorosa differenza di età rispetto ai loro compagni: Sarah ha 35 anni meno di Zemmour, Sophia ne ha 28 meno di Mélenchon. Molto simili anche i loro percorsi: ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?