Paziente in sala operatoria, torace trafitto da una freccia (Ansa)
Paziente in sala operatoria, torace trafitto da una freccia (Ansa)

Torino, 21 maggio 2019 - Un uomo di 47 anni è stato salvato all'ospedale Molinette, Città della Salute di Torino, dove è giunto con una una freccia lunga oltre 30 centimetri conficcata nel torace. Il dardo gli aveva trapassato il polmone ed è arrivato fino al cuore, conficcandosi nel ventricolo sinistro. Dal pronto soccorso l'uomo è stato immediatamente trasferito in sala operatoria, in cardiochirurgia, per l'intervento di rimozione del corpo estraneo.

Uno dei rischi maggiori è legato all'emorragia, infatti estraendo la freccia istintivamente senza precauzioni si apre una falla con copiosa inarrestabile perdita di sangue. Ma il ferito, che era in imminente pericolo di vita, è stato fortunato, medici e chirurghi sono intervenuti prontamente, e hanno ricucito le lesioni interne, tamponato la falla aperta nel muscolo cardiaco,  ripristinato l'integrità del polmone. Sembra che il dardo sia stato scagliato da una balestra che l'uomo stava armeggiando; probabile quindi l'incidente o il tentato suicidio.