Torino, 24 agosto 2021 - La voce di una donna in cerca d'aiuto, colta dai soccorritori che sono riusciti a salvarla. Non c'è stata speranza, invece, per suo figlio Aron, un bimbo di 4 anni, di origine albanese, estratto morto da sotto le macerie: i medici hanno tentato invano di rianimarlo, ma per il piccolo era troppo tardi. E' il triste bilancio del crollo di una palazzina a due piani, avvenuto in strada Bramafame al civico 42 di Torino, questa mattina poco prima delle 9. La causa della tragedia, secondo quanto si apprende, sarebbe riconducibile a una esplosione per una fuga di gas. Oltre alla donna, sarebbero altre tre le persone estratte vive e ferite.

Quattro feriti, anche la mamma del bimbo

Sono terminate le operazioni di ricerca di eventuali persone coinvolte nel crollo della palazzina di due piani alla periferia di Torino. Sarebbero quattro i feriti, due dei quali gravi. Fra questi, anche la madre del piccolo. I vigili del fuoco stanno cercando, inoltre, un cane che potrebbe essere rimasto coinvolto nel crollo.

Le cause dell'esplosione

Proseguono, nel frattempo, le operazioni di bonifica e messa in sicurezza dell'area, con il Nucleo investigativo antincendio che sta procedendo con sopralluoghi e rilievi per le attività d'indagine. Al momento l'ipotesi più accreditata è che il crollo possa essere stato causato dall'esplosione di una bombola a gas.

Italgas: "Palazzina non allacciata a rete cittadina"

La palazzina di due piani, composta da 6 alloggi di cui 5 abitati durante l’esplosione da cittadini per lo più di origine romena, si trova nei pressi dell'Allianz Stadium di Torino.

Il video dei vigili del fuoco

La mappa