Roma, 24 agosto 2021 - Un forte sibilio e l'esplosione. Poi la tragedia. E' ancora giallo sulle cause di quanto accaduto questa mattina in provincia di Torino: una palazzina di due piani, composta da 6 alloggi, è crollata improvvisamente poco prima delle 9 del mattino. Subito sul posto, in strada Bramafame al civico 42, nel quartiere periferico di Madonna di Campagna, i vigili del fuoco, con le squadre usar (Urban search and rescue) e cinofile, che hanno da subito controllato eventuali fughe di gas.

Sarebbe questa, infatti, almeno per il momento e da quanto si apprende, l'ipotesi più accreditata - una probabile fuga di gas da una bombola di gpl -, ma restano tante le domande a cui ancora non si ha risposta. Nel crollo, ha perso la vita un bambino di 4 annimorto sotto le macerie, mentre quattro persone sono state estratte vive e sono ferite, tra cui la mamma del piccolo. 

Intanto, mentre si cerca di far luce sulla tragedia, Italgas comunica che "l'immobile non è servito dalla rete di distribuzione cittadina del gas". "Il tratto di rete cittadina più vicino è a 150 metri di distanza dal luogo dell'evento", viene aggiunto da un portavoce. Italgas esclude, quindi, che "l'eventuale dispersione di gas possa essersi originata dalla rete di distribuzione cittadina del gas". 

La mappa